rotate-mobile
Cronaca

Sicurezza, arrivano i vigilantes in servizio notturno: "Dieci auto nelle aree più colpite da spaccate e vandalismi"

Particolare attenzione su zone come centro storico, San Jacopino, Novoli, piazza Pier Vettori e piazza Dalmazia

Il servizio di vigilanza privata "voluto e finanziato dall’Amministrazione Comunale contro il fenomeno delle spaccate e dei vandalismi" parte da lunedì 20 maggio e per sei mesi porterà controlli notturni nelle zone più colpite. Lo annuncia una nota stampa.

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Il progetto è partito dopo l’approvazione in giunta di una delibera dell’assessore alle attività produttive Giovanni Bettarini e ora porta in strada guardie giurate e vigilantes che sono stati ingaggiati grazie alla collaborazione con i Centri di Assistenza Tecnica di Confesercenti e Confcommercio (riconosciuti ai sensi del Regolamento di attuazione della legge regionale 23 novembre 2018).

Le guardie giurate svolgeranno servizio notturno di vigilanza dalle 23.00 alle 06:00 del mattino nelle zone della città maggiormente colpite dal fenomeno delle spaccate come quelle che vanno dal centro storico alle aree di San Jacopino, a Novoli, piazza Pier Vettori e piazza Dalmazia.

Ogni notte saranno 10 i mezzi dei vigilantes di diverse aziende di sicurezza (Corpo Vigili Giurati spa, Security Guard, I.S.S.V. Puma, Rangers e Tecnica Vigilanza) che si occuperanno del servizio, coordinati dal Comando dei Vigili Giurati, per conto di Confcommercio e Confesercenti.

“Concretezza e attenzione alle esigenze della città e delle attività commerciali – hanno detto gli assessori alle attività produttive Giovanni Bettarini e alla sicurezza Benedetta Albanese - che si aggiungono ad altri servizi come l’assunzione di 200 agenti di polizia municipale, agli steward nelle strade, nelle piazze e nei giardini pubblici e ai volontari dell’associazione nazionale carabinieri. Con questo ulteriore progetto, in attesa che il governo batta un colpo e mandi i poliziotti che mancano, manteniamo le nostre promesse e dimostriamo concretezza e attenzione al bisogno di sicurezza di chi lavora e vive a Firenze".

“Questo progetto risponde ad una esigenza specifica di maggiori controlli contro le spaccate - ha detto l’assessora al Welfare, e candidata sindaca di Pd e centrosinistra, Sara Funaro -. La sicurezza è un diritto di tutti, è un tema importante che intendiamo affrontare con un lavoro puntuale zona per zona e quartiere per quartiere. Noi ci stiamo impegnando concretamente, mentre il governo e la destra parlano senza fare niente e senza inviare gli agenti di polizia che mancano a Firenze. Noi comunque continueremo a lavorare per maggiore sicurezza nelle nostre strade, aumentando la vitalità dei quartieri con iniziative ed eventi culturali e con il potenziamento del corpo della Polizia municipale e dei sistemi tecnologici di controllo”.

“Le imprese del commercio e della somministrazione sono le più esposte ai pericoli della criminalità, sono diventate il Bancomat della delinquenza più o meno organizzata e la situazione da tempo è diventata insostenibile”, sottolinea il presidente di Confcommercio Toscana Aldo Cursano, “finanziando questo progetto il Comune risponde al nostro appello alla legalità e alla sicurezza e potenzia il presidio della città nelle ore notturne, le più difficili, in un periodo in cui la presenza di turisti è massima”.

“Ringraziamo Palazzo Vecchio per l’intervento di natura straordinaria, sia in termini amministrativi che di bilancio, grazie al quale si è resa possibile l'importante operazione presentata stamattina in Piazza Signoria” ha detto Santino Cannamela Presidente Confesercenti città di Firenze. “L'abbiamo sempre sostenuto: per garantire la sicurezza di imprese e cittadini in una città ad altissima concentrazione turistica come Firenze, occorrono più forze dell'ordine presenti sul territorio. Oggi, grazie a questo progetto Comune di Firenze/categorie, condiviso anche in sede di COSP, battiamo un colpo in questa direzione.  Questa necessità si rende peraltro inderogabile nel momento in cui parte, con l’avvio della “bella stagione”, il periodo di maggiore afflusso di visitatori in città, con tutto quanto ne consegue in termini di contrasto ai fenomeni di criminalità diffusa. L'impegno della nostra organizzazione sarà comunque riversato sul far funzionare al meglio il servizio di vigilanza, anche mettendo a disposizione la rete del commercio e dei numerosi centri commerciali naturali presenti in città”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, arrivano i vigilantes in servizio notturno: "Dieci auto nelle aree più colpite da spaccate e vandalismi"

FirenzeToday è in caricamento