rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024

Sicurezza, taser alla polizia municipale: i commercianti si dividono. "Utile", "Usarla è un'offesa all'essere umano" / VIDEO

Il 13 febbraio un emendamento della Lega al Milleproroghe ne ha allargato l'utilizzo nei comuni sotto i 20mila abitanti

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Il 13 febbraio è stato approvato un emendamento della Lega al Milleproroghe che prevede la possibilità di dotare di un taser la polizia municipale, in via sperimentale e fino a fine anno, per i comuni sotto i 20mila abitanti. Abbiamo chiesto ai commercianti fiorentini, vista la crescente richiesta di maggior sicurezza, se potrebbe essere un buona idea o no.

Favorevoli

Tra i favorevoli al provvedimento, Elio Disha, che ha un banco di pelletteria a due passi da via dei Calzaiuoli. "Sì sono favorevole - precisa - mi è capitato diverse volte che mi abbiano rubato al banco. La sicurezza è un po' un problema, la sera girano tanti che rubano, quindi una misura in più sarebbe utile".

Sulla stessa linea Filippo Fatini, proprietario di una tabaccheria. "Sicuramente potrebbe essere utile - dichiara Fatini, aggiungendo una perplessità - Bisognerebbe vedere poi se le conseguenze comportano qualcosa anche per i vigili urbani stessi che li usano".

Stefano Natali, dell'Ottica Natali, la vede una misura che "Può essere utile anche se durante il giorno non vedo niente di particolare, magari la notte".

Favorevole con riserve invece Andrea Masi, che ha due negozi di cui uno in via Dante Alighieri "Può essere utile - considera Masi - se ci sono delle dovute valutazioni psicologiche comprese nell'addestramento di chi le usa. La sicurezza è poca e la delinquenza è aumentata. Il fatto che siamo molto deboli a livello di sicurezza, probabilmente fa girare la voce tra i delinquenti. E che se ti beccano il giorno dopo sei fuori, non aiuta". 

Contrari

Contrario senza sé e senza ma, Massimo Ruggeri che lavora in una gelateria in via dei Calzaiuoli. "Sono contrario a questa misura - afferma Ruggeri - perché credo sia un'offesa verso un essere umano. Una misura troppo estrema che non servirebbe a migliorare la sicurezza, basterebbero le manette. La situazione della sicurezza è peggiorata ma non è questo il modo per risolverla".

Scettico Karam Alshalabi, negoziante di via dei Cerchi. "Sicuramente non andrà a risolvere il problema che si ripercuote più che altro la notte - commenta Alshalabi - durante la giornata ci sentiamo piuttosto al sicuro. Non ci sono momenti in cui ci sentiamo in pericolo quindi penso non sia una buona idea ma potrebbe anzi alimentare alcune persone a fare cose brutte".

Di parere contrario anche Simone Zaccarella, proprietario di due negozi di cui uno in via dei Calzaiuoli. "Secondo me non risolverebbe il problema - sottolinea - In questa via ad esempio ci sono un sacco di borseggiatori che agiscono, anche dei miei clienti sono stati colpiti. Quando mi hanno chiesto se potevano fare qualcosa gli ho detto che avrebbero perso solo tempo perché anche se la polizia li avesse presi, continuerebbero a fare il loro sporco lavoro. Manca più una certezza della pena, non è una questione di mezzi ma di pene". 

Contrario e perplesso Sauro Bartoli, fiorentino da generazioni e con una pescheria da 30 anni. "Mah ..che ti devo dire. Mi sembra una misura eccessiva - dice Bartoli - Se col Milleproroghe è stato approvato, vedrai ce lo ritroveremo. Però bisogna stare molto attenti con chi si usa. Son trent'anni che sto qui e la situazione è cambiata tanto. Col fatto che non ci sono più residenti, c'è meno vita e controllo. Chi viene, consuma e se ne va. Non ci tiene. Noi commercianti fin quando siamo aperti, stiamo attenti. La notte quando non ci siamo, forse ci vorrebbe più presenza, più che misure del genere". 

Video popolari

Sicurezza, taser alla polizia municipale: i commercianti si dividono. "Utile", "Usarla è un'offesa all'essere umano" / VIDEO

FirenzeToday è in caricamento