menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le abitazioni delle famiglie rom prima dello sgombero

Le abitazioni delle famiglie rom prima dello sgombero

Sgombero a Castello: occupato di nuovo l'ex mobilificio Becagli

La struttura era stata liberata giovedì mattina

Alcune delle persone che ieri sono state sgomberate dall'ex mobilificio Becagli stando tornando, dopo meno di 24 ore, ad occupare la struttura abbandonata a Castello. Centocinquanta le persone che vivevano nell'area, scrive in una nota Marcello Zuinisi che da tempo di occupa delle politiche riguardanti i rom, tra cui una cinquantina di bambini.  "I Servizi sociali non hanno offerto nessuna alternativa abitativa che preservasse l'unità familiare: unica possibilità separare i padri dai figli e dalle madri".
 

Dalla capitale il parlamentare di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli, tre mesi fa l'onorevole aveva eseguito proprio in viale XI agosto un sopralluogo chiedendo lo sgombero, è tornato a farsi sentire: "Come avevamo previsto i rom e gli africani sgomberati ieri sono già tornati nell'area ex Becagli. Molte persone stanno in queste ore tornando e riprendendo possesso dell'area indisturbate. L'amministrazione comunale non solo conferma per l'ennesima volta la propria incapacità di affrontare seriamente i problemi, ma neanche di ascoltare i suggerimenti di Fratelli d'Italia. Noi ci abbiamo provato prima a dirgli dove fossero e poi a mettere in guardia sulla possibile immediata rioccupazione dell'area ma non è servito a nulla. E' evidente che Nardella è politicamente complice di questa situazione".  
WhatsApp Image 2018-10-12 at 17.27.56 (1)-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento