Cronaca Sesto Fiorentino

Sesto, i lavoratori della Richard Ginori occupano stabilimento

Ancora incerto il futuro della storica azienda

Lo avevano annunciato. Se non si fossero smosse le acque riguardo la proprietà dei terreni, su cui sorge la storica azienda di Sesto Fiorentino, avrebbero scioperato. Questa mattina i lavoratori della Richard Ginori, riuniti in assemblea, hanno votato per lo sciopero di otto ore e per l’occupazione dello stabilimento di Sesto Fiorentino per la giornata di oggi. E' stata un'iniziativa unitaria condivisa da tutte le sigle sindacali.

“Non c’è più tempo, i lavoratori sono arrivati al colmo della pazienza. Le parti devono trovare un accordo sulla compravendita dei terreni, precondizione per il piano di rilancio promesso dall’azienda”, hanno detto Filctem Cgil, Femca Cisl, UilTec e Cobas. Che hanno aggiunto: “L’occupazione di oggi è un atto forte e simbolico che vuol far vedere cosa sono disposti a fare questi lavoratori per tutelare la loro fabbrica, i loro posti di lavoro, la storia di questa azienda”.

Il gruppo francese del lusso Kering nel 2013 comprò all’asta il marchio Richard Ginori e la produzione di porcellane. A settembre il gruppo era intenzionato ad acquisire anche lo storico stabilimento di Sesto Fiorentino ma la doBank (istituto di credito svizzero) si è rifiutata di far ancora credito al gruppo. Una situazione di stallo in cui i lavoratori intravedono la possibilità che i francesi decidano di spostare la produzione all'estero.

Stamani hanno fatto visita all’occupazione in segno di solidarietà, tra gli altri, il sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi e Gianfranco Simoncini, consigliere del presidente della Regione Enrico Rossi per il lavoro. Simoncini ha ribadito il pieno impegno della Regione per arrivare ad una rapida e definitiva soluzione al problema dell'acquisto dei terreni da parte della Richard Ginori, ricordando l'impegno diretto del presidente Rossi che, nelle scorse settimane, ha contattato il ministro dello sviluppo economico Claudio Calenda ottenendo il suo impegno per garantire un futuro alla storica manifattura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesto, i lavoratori della Richard Ginori occupano stabilimento

FirenzeToday è in caricamento