rotate-mobile
Cronaca Sesto Fiorentino

Aeroporto, Sesto dice 'no' all'ampliamento: "Progetto funzionale ad un'idea di sviluppo sbagliata e superata"

Conferma il proprio no anche il Pd, parte fondamentale della maggioranza Falchi: la destra si astiene

E' rimasto solo, l'unico consigliere di Italia Viva nel consiglio comunale di Sesto Fiorentino, Gabriele Toccafondi, a votare contro l'atto di indirizzo approvato ieri a maggioranza dal consiglio comunale.

Un atto di indirizzo, a supporto della delibera di indirizzo già adottata martedì scorso dalla giunta guidata dal sindaco Lorenzo Falchi, che conferma la contrarietà al progetto di ampliamento della pista dell’aeroporto di Peretola.

Una posizione, quella di Sesto, come di tanti altri comuni dell'hinterland, nota da tempo e ribadita ieri per l'ennesima volta, in merito al nuovo progetto di Toscana Aeroporti, che sta portando avanti una nuova ipotesi di ampliamento dopo la bocciatura da parte della giustizia amministrativa del vecchio masterplan.

L'atto di contrarietà all'ampliamento è stato approvato con diciassette voti favorevoli (quelli del Partito Democratico, Per Sesto, Sinistra Italiana, Ecolò), un solo voto contrario (gruppo Italia Viva) e tre astenuti (Lega e Fratelli d’Italia),

Anche il Pd sestese conferma dunque il proprio 'no'. Anche questa non è una novità. Falchi è stato eletto due volte sindaco in buona parte anche per il 'no' allo sviluppo, una posizione del resto condivisa spesso anche dal centrodestra: è noto che alle ultime comunali tutti e cinque i candidati sindaco a Campi Bisenzio fossero contrari. Per non parlare di Prato, dove ad esempio la Lega locale è sempre stata contraria.

“Abbiamo valutato con attenzione la proposta di revisione progettuale avanzata da Toscana Aeroporti che, tuttavia, non supera in alcun modo nessuno degli aspetti sostanziali alla base della nostra contrarietà", afferma il sindaco Lorenzo Falchi.

"Rimangono irrisolte le questioni ambientali, con la cancellazione del parco della Piana e la distruzione di aree umide, come rimangono irrisolti gli aspetti critici legati al Polo Scientifico, penalizzato da una infrastruttura incompatibile con le attività che vi si svolgono. Ma, soprattutto, ci si ostina a voler portare avanti un progetto funzionale ad una idea di sviluppo sbagliata e superata dai fatti, in una città, Firenze, e in un’area metropolitana che stanno pagando carissimo le conseguenze dell’overtourism", rincara Falchi.

"Come abbiamo fatto negli anni passati, porteremo la nostra contrarietà in tutte le sedi, rispettando - può rivendicare il primo cittadino sestese -, il programma elettorale e l’indicazione chiarissima arrivata dai cittadini”. Sabato prossimo, 30 settembre, è prevista peraltro l'ennesima manifestazione contraria all'ampliamento, promossa da decine di sigle: partirà dalle Piagge, a Firenze, in via Lombardia, alle 14, per arrivare fino allo scalo fiorentino.

"Vogliamo la drastica riduzione dei voli, il rispetto delle prescrizioni per l'attuale aeroporto, la cancellazione di ogni ipotesi di ampliamento, la tutela e la riconversione dei posti di lavoro, la costituzione del parco egro-ecologico della piana, una legge nazionale che vieti i voti brevi e promuova treni a costi accessibili per tutti, migliori ed efficienti collegamenti ferroviari con Pisa", si legge nel volantino, diffuso da decine di sigle del territorio, tra le quali Legambiente, Comitato No Aeroporto, Flc-Cgil Università di Firenze, Comunità di Base delle Piagge, Orto Collettivo, l'Anpi locale, PerUnAltraCittà, Comitato No Tunnel Tav, Medicina Democratica e decine di altre.

A Firenze quello dell'ampliamento sarà, per l'ennesima volta, un tema al centro della campagna elettorale in vista delle elezioni amministrative del 2024: il sindaco Nardella, il presidente della Regione e gli industriali della Confindustria in primis spingono per l'ampliamento. Una cosa è certa: vedendo cosa ne pensano i cittadini dell'area metropolitana, non sarà certo facile. Questo, come minimo, andrà detto.

Il sindaco di Prato conferma il 'no': "Non se ne parla"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, Sesto dice 'no' all'ampliamento: "Progetto funzionale ad un'idea di sviluppo sbagliata e superata"

FirenzeToday è in caricamento