Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Rifredi / Via Giuseppe Campani

Novoli, oscenità in auto: scoperto parco del sesso in via Campani

Dieci persone sono state denunciate dopo esser state scoperte a fare sesso in auto incuranti del passanti. Sono accusati di atti osceni in luogo pubblico

Le lucciole avevano scelto via Giuseppe Campani come luogo dove appartarsi con i clienti. Una stradina stretta di Novoli alle spalle di viale Guidoni. Talmente ‘trafficata’, sin dalle dieci di sera, che sono state numerose le  segnalazioni dei residenti per lo spettacolo visibile da finestrini e lunotti: seni, glutei o ancor di più. Anzi molto di più, perché prostitute e clienti non usavano alcuna accortezza. Ne una pagina di giornale, tantomeno una copertina o un plaid per ingannare l’occhio e non mostrare le proprie pudenda a passanti, residenti e fedeli mormoni che proprio in questa via hanno il loro luogo di culto.

Insomma un parco del sesso in cui potevano incappare uomini e donne ma anche minori. Per questo sono state denunciate, con l’accusa di atti osceni in luogo pubblico, dieci persone: cinque clienti e altrettante prostitute. Gli uomini sono quattro italiani, tra i 30 e 50 anni, e un cittadino albanese. Tutti incensurati, che ora rischiano pene da tre mesi a tre anni. Le lucciole sono tre cittadine romene, una bulgara e un travestito argentino.

ANEDDOTI- Non sarebbero mancati episodi bizzarri nel parchetto a luci rosse. Come uno dei fermati che si è lanciato al volante completamente nudo, cercando di scappare, credendo che chi avesse bussato al finestrino fosse un rapinatore e non un’agente della sezione criminalità straniera e prostituzione. Oppure come il cittadino albanese amareggiato sia per il fermo sia per non essersi accorto di essere in compagnia di una lucciola sudamericana che poi ha scoperto essere un lui.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novoli, oscenità in auto: scoperto parco del sesso in via Campani

FirenzeToday è in caricamento