Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Serie tv Usa con Banderas sul mostro di Firenze, ex pm minaccia diffida: "Palese falsificazione"

Antonio Banderas sarà Mario Spezi, ex giornalista de La Nazione. L'ex pm di Perugia Mignini: "Non tollererò altre deformazioni della realtà"

Pietro Pacciani

"Non ho sporto querela per il libro perché pensavo che il suo contenuto di palese falsificazione della vicenda sarebbe sarebbe stato riconosciuto dai lettori ma purtroppo così non è stato. Da ora in avanti non tollererò più che Preston e i suoi collaboratori continuino a deformare la realtà come fatto finora". Così dice a La Repubblica Firenze, in un pezzo firmato da Luca Serranò, l'ex sostituto procuratore di Perugia Giuliano Mignini in merito alla nuova serie tv Usa sulle vicende del mostro di Firenze le cui riprese dovrebbero iniziare a breve.

La serie tv è tratta da 'Dolci colline di sangue', libro scritto a quattro mani dall'ex giornalista de La Nazione Mario Spezi, deceduto nel 2016, e dallo scrittore statunitense Douglas Preston.

Nel volume i due autori, ricorda Repubblica, "danno una lettura alternativa dei delitti del mostro di Firenze abbracciando la pista del killer solitario e attaccando il lavoro degli inquirenti".

L'ex pm Mignini, che indagò sul medico perugino Francesco Narducci, chiese peraltro l'arresto dello stesso Spezi per depistaggio e ora sarebbe, riporta sempre Repubblica, "pronto a formalizzare una diffida nei confronti della produzione" Usa della serie tv, dove il cronista della Nazione sarà interpretato da Antonio Banderas.

Per Mignini la ricostruzione dei fatti nel libro e nella serie si baserebbe su "bugie pervicacemente ripetute" e lo scrittore americano "non conosce una virgola della vicenda del mostro". Accuse che i due autori hanno sempre respinto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie tv Usa con Banderas sul mostro di Firenze, ex pm minaccia diffida: "Palese falsificazione"

FirenzeToday è in caricamento