Lunedì, 21 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sequestrati 15 milioni di articoli di falso Made in Italy: la vendita avrebbe fruttato 25 milioni di euro

Operazione in tutta Italia

Sequestrati dagli uomini della guardia di finanza di Torino oltre 15 milioni di prodotti di falso 'Made in Italy'. L'operazione dei militari, conclusasi a inizio aprile 2021, ha coinvolto diverse città italiane tra cui, oltre Torino, anche Roma, Brescia, Treviso, Bari, Firenze e Lecce. In totale la frode avrebbe avuto un giro di affari di 25 milioni di euro. 

Tutto ha inizio a Torino quando, nelle scorse settimane, i baschi verdi trovano esposti sugli scaffali della grande distribuzione biancheria intima, calze, collant, ma anche cavatappi, colini, mestoli, posate, pentole e coperchi con l'etichetta 'Made in Italy'. Peccato però che i prodotti fosseo interamente prodotti e importati dalla Repubblica popolare cinese, dalla Turchia, dalla Polonia e dal Pakistan.

Scatta così l'indagine che ricostruirà l’intera filiera della distribuzione dei prodotti che era ramificata su tutto il territorio italiano. Alla merce veniva posta l'etichetta 'Made in Italy' solamente una volta giunta in Italia. In totale sequestrati 15milioni di articoli illeciti, con un valore commerciale stimato di circa 25 milioni di euro.

Sono stati denunciati otto importatori, italiani e cinesi, che dovranno rispondere sia dei reati di frode in commercio e falsa indicazione di origine qualitativa, sia delle violazioni amministrative previste dalla normativa di settore a tutela del Made in Italy.

Si parla di

Video popolari

Sequestrati 15 milioni di articoli di falso Made in Italy: la vendita avrebbe fruttato 25 milioni di euro

FirenzeToday è in caricamento