menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campi Bisenzio: gestione illecita di rifiuti speciali, sequestrata area di 4mila metri quadri

Operazione dei carabinieri forestali, denunciato il proprietario del terreno

Un'area di 4mila metri quadri che fungeva da deposito di rifiuti speciali, seppur classificati come 'non pericolosi', è stata individuata e sequestrata nelle scorse ore dai carabinieri forestali di Ceppeto in località San Piero a Ponti, nel comune di Campi Bisenzio.

I militari avevano notato che all’interno di un’area recintata chiusa da un cancello ed utilizzata come deposito di attrezzature e materiali edili, erano presenti numerosi scarichi di rifiuti riconducibili all’attività edilizia.

Il proprietario dell'area, rappresentate legale di un'impresa edile, contattato dai carabinieri è giunto sul posto e aperto i cancelli ai militari.

Nell'area erano stoccati rifiuti da demolizione, di cui alcuni risultavano essere stati riutilizzati in modo da costituire basi di appoggio, delle dimensioni di ventisei metri per cinque con un’altezza di circa quindici centimetri. I rifiuti in parte erano stati in parte spianati e in parte ancora disposti in cumuli.

Il sito si presentava quindi come “un’area di deposito incontrollato al suolo di rifiuti speciali non pericolosi, utilizzato come deposito intermedio di rifiuti provenienti dai cantieri dell’impresa e privo di ogni  tracciabilità”, spiegano i carabinieri.

Le attività sono riconducibili alla gestione illecita di rifiuti speciali non pericolosi, in quanto svolta in assenza dell’obbligatoria autorizzazione, in totale assenza di documenti di tracciabilità.

Sia l’area che i rifiuti in esso contenuti sono stati quindi messi sotto sequestro penale preventivo, al fine di impedire il proseguimento delle attività illecite poste in essere. Il proprietario del terreno è stato denunciato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Oroscopo Paolo Fox oggi 12 aprile 2021: le previsioni segno per segno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento