rotate-mobile
Cronaca

Firenze, sequestrati 700 chili di prodotti ittici 'etnici': "non idonei al consumo umano"

Operazione Guardia Costiera-Dipartimento sicurezza alimentare Asl in quattro province. Chiusi un ristorante in centro a Livorno e una pescheria a Prato

Ispettori della guardia costiera di Livorno, insieme a personale dei dipartimenti sicurezza alimentare delle Asl di Livorno, Prato e Arezzo hanno sequestrato 700 chili di prodotti ittici non correttamente conservati presso i magazzini di un punto di vendita all’ingrosso in provincia di Firenze.

La merce, risultata non idonea al consumo umano, è stata sottoposta a sequestro amministrativo e ai responsabili degli illeciti sono state inflitte sanzioni amministrative per un totale di 9.500 euro.

Igiene zero e granchi cinesi vietati: chiusa pescheria

L'operazione si inserisce nell'ambito di una più ampia serie di attività ispettive effettuata in sinergia tra i due organismi presso ristoranti e pescherie delle suddette province gestite da cittadini di nazionalità extracomunitaria.

Nel corso degli accertamenti sono state riscontrate diverse tipologie di illecito. Tra le più gravi, la mancata esibizione della documentazione di tracciabilità e la violazione dei requisiti generali igienico-sanitari, sia nelle celle frigo che nei banchi.

Ulteriori verifiche effettuate presso un ristorante del centro di Livorno e una pescheria di Prato hanno condotto alla chiusura temporanea dei due esercizi commerciali per le gravi carenze igienico sanitarie riscontrate.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Firenze, sequestrati 700 chili di prodotti ittici 'etnici': "non idonei al consumo umano"

FirenzeToday è in caricamento