rotate-mobile
Il giallo dell’ex Astor / San Jacopino / Via Maragliano

Nessuna traccia della piccola Kata dentro i trolley

Gli accertamenti effettuati dal genetista hanno dato esito negativo

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Sembra chiudersi definitivamente la “pista dei trolley” per la scomparsa della piccola Kata. Secondo quanto riportato da La Nazione, la procura ha chiesto l’archiviazione per i tre occupanti dell’hotel Astor che lo scorso 10 giugno, giorno in cui la bambina è sparita, erano stati ripresi dalle telecamere mentre si allontanavano dall’edificio con delle valigie e un borsone.  Una richiesta, si legge, conseguenza degli accertamenti eseguiti dal genetista Ugo Ricci dentro i trolley che hanno dato sito negativo. Adesso sulla posizione dei tre, due cugine peruviane di 32 e 27 anni e un romeno di 29), dovrà esprimersi il gip.  

Restano invece indagati i due zii, quello materno, Abel Argenis e quello paterno, Marlon, tra le ultime persone ad aver visto Kata. Tuttavia, secondo quanto dichiarato dall’avvocato Elisa Baldocci, che difende Argenis, e riportato ancora da La Nazione, “dai tamponi utilizzati per campionare il materiale biologico trovato all’interno dell’Astor si è esclusa la presenza di tracce biologiche riconducibili ai due zii della minore scomparsa, pertanto, ci aspettiamo a breve una richiesta di archiviazione anche per la posizione che riguarda il mio assistito”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessuna traccia della piccola Kata dentro i trolley

FirenzeToday è in caricamento