rotate-mobile
Cronaca

Trenitalia: sciopero in Toscana sabato 5 febbraio

Lo sciopero in Toscana per chiedere nuove assunzioni e maggiori sicurezze

Per sabato 5 febbraio è stato indetto lo sciopero di otto ore del personale equipaggi, ovvero capotreni e macchinisti, della regione Toscana. Possibili disagi si potranno quindi verificare dalle 9:00 alle 17:00.

Nel comunicato della Fit-Cisl Toscana (Federazione italiana trasporti) vengono chieste risposte e azioni concrete: "È necessario un tempestivo, chiaro e dettagliato cronoprogramma di assunzioni di capotreno e macchinisti per risolvere i problemi del personale e per garantire, a disposizione della cittadinanza, servizi certi e puntuali".

Questo primo sciopero vuole essere "un segnale forte all’azienda sull’improrogabile necessità di personale in questo settore, ma anche segnalare alle istituzioni regionali, in qualità di committente del contratto di servizio con Trenitalia, la gravità del momento, in modo che si facciamo promotori e portavoce delle istanze dei lavoratori".

In Toscana sono circa 900 i treni e 1.300 gli addetti che anche in questi anni di pandemia "sono stati sempre a disposizione dei bisogni di mobilità della popolazione. Dalla fine della scorsa primavera, la società Trenitalia, mettendo in atto un blocco nella programmazione e dell’effettuazione di nuove assunzioni a copertura del turnover e delle carenze che fisiologicamente si generano in quel settore, ha catapultato il personale in una irreale situazione lavorativa: ricorso smodato allo straordinario, nastri lavorativi lunghissimi, turni che variavano in qualsiasi momento, difficoltà a godere delle proprie ferie, difficoltà logistiche e di refezione, scuole di aggiornamento non fatte e maggiori rischi di infortuni o aggressioni".

La mancanza di personale ha spinto i sindacati toscani ad aprire trattative per cercare di "migliorare la vita lavorativa e familiare dei ferrovieri, ma anche per cercare soluzioni ai disagi dei viaggiatori causati dai ritardi e dalle molteplici soppressioni di treni e di servizi di questo periodo. Nonostante gli sforzi sindacali profusi la società Trenitalia si è dimostrata sorda alle nostre richieste, le assunzioni non sono arrivate né in numero sufficiente né nei tempi utili a risolvere i problemi quotidiani dei ferrovieri, non lasciando ai sindacati della Toscana (Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Fast, Orsa, Ugl) altra alternativa che dichiarare una prima azione di sciopero" si legge infine nel comunicato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trenitalia: sciopero in Toscana sabato 5 febbraio

FirenzeToday è in caricamento