Cronaca

Trasporti: giornata nera, è sciopero

Circa 5.500 lavoratrici e lavoratori toscani del settore incrociano le braccia

foto d'archivio

Scioperano oggi 5.500 lavoratrici e lavoratori toscani del settore trasporti, sotto l'egida di Fit-Cisl, Filt-Cgil, Uilt-Uil, Faisa e Ugl-Fna, per il rinnovo del contratto nazionale di categoria scaduto il 31 dicembre 2017, per la riforma del settore e il riconoscimento di categoria essenziale al fine di ottenere la vaccinazioni contro Covid-19 ovviamente su base volontaria.

"Lo sciopero, che inevitabilmente provocherà disagi all’utenza, è stato proclamato non solo per il mancato rinnovo del contratto, nella sua parte economica, ma anche a supporto di una riorganizzazione del settore, che dovrà offrire un servizio di trasporto pubblico organizzato ed efficiente. Una riorganizzazione del settore che favorisca aggregazioni e fusioni d’impresa, predisponendo sane relazioni industriali, finalizzate a definire opportune norme contrattuali per un lavoro più sicuro stabile e più dignitoso mettendo al centro la dignità, la professionalità e la responsabilità degli autoferrotranvieri" spiega una nota dei sindacati.

"Quella del Tpl è una categoria essenziale, che quotidianamente sta a contatto con centinaia di persone garantendone il trasporto, eppure non si è provveduto in termini di sicurezza a metterla a riparo da possibili contagi attraverso la vaccinazione come altre categorie delle quali si è riconosciuto correttamente l’utilità essenziale" sostiene la Cisl.

"Auspichiamo che si giunga quanto prima ad un’intesa con le associazioni datoriali visto che il Decreto Sostegni ha stanziato ulteriori importanti risorse, pari a 800 milioni di euro, che si aggiungono a quelle già ricevute e  destinate al settore per compensare la riduzione dei ricavi da traffico causati dagli effetti della pandemia - aggiunge il sindacato - e che ai lavoratori del trasporto sia data quanto prima la possibilità di vaccinarsi contro il Covid 19, visto che tra molteplici difficoltà quotidiane e con grande senso di responsabilità continuano a garantire la mobilità dei cittadini seppur questa pandemia non accenni a diminuire".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti: giornata nera, è sciopero

FirenzeToday è in caricamento