rotate-mobile
Cronaca

Sciopero regionale dei lavoratori del tessile: "Contratto scaduto da 7 mesi" | FOTO

Nel tessile-abbigliamento lavorano in Toscana 40mila addetti: "Adesione con punte dell'80%, senza risposte mobilitazione continua"

Sciopero e presidio a Prato di centinaia di lavoratori del tessile, questa mattina, giunti da tutta la Regione, presso la sede di Confindustria Toscana Nord.

I lavoratori del settore tessile-abbigliamento hanno scioperato “in difesa del Contratto nazionale di lavoro e per contrastare le posizioni di Sistema Moda Italia, associazione aderente a Confindustria, che mirano a comprimere le condizioni economiche e normative e il ruolo negoziale di Rsu e sindacati territoriali”.

I sindacati, Cgil-Cisl-Uil di categoria, parlano di un'adesione allo sciopero regionale odierno, con punte dell’80%. L'iniziativa si inserisce nel quadro delle proteste in atto in tutta Italia che riguardano oltre 400mila addetti (40mila in Toscana) delle aziende del tessile/abbigliamento, il cui contratto di lavoro è scaduto da oltre 7 mesi.

“Se non arriverà il rinnovo del contratto la mobilitazione continuerà", dichiara Fabio Berni, Filctem Cgil Toscana. “Non capiamo come sia possibile non rinnovare un contratto dignitoso in uno di quei settore che è riuscito ad affrontare al meglio la crisi”, dice Massimo Guerranti, Femca-Cisl Toscana.

FOTO - Settore tessile, sciopero e presidio regionale a Prato

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero regionale dei lavoratori del tessile: "Contratto scaduto da 7 mesi" | FOTO

FirenzeToday è in caricamento