rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca

Sciopero nazionale dei tassisti, anche a Firenze due giorni senza auto bianche: “No alla 'uberizzazione' del lavoro”

Le sigle sindacali, compatte, protestano contro la liberalizzazione del settore prevista dal 'ddl Concorrenza': “Vogliono svendere il nostro lavoro e la funzione di servizio pubblico”

Due giorni di sciopero dei tassisti in tutta Italia. Domani, martedì 5 luglio, e mercoledì 6 luglio, sarà molto probabilmente impossibile trovare un'auto bianca, anche a Firenze. “Prevediamo un'adesione pressoché totale”, dice il fiorentino Claudio Giudici, presidente nazionale di Uritaxi.

I tassisti protestano contro la liberalizzazione prevista dal 'ddl concorrenza', che dovrebbe essere approvato alla Camera, dopo il sì del Senato, entro il 22 luglio. In particolare contro l'articolo 10, dove si parla di “adeguamento dell’offerta di servizi alle forme di mobilità che si svolgono mediante applicazioni web che utilizzano piattaforme tecnologiche per l’interconnessione dei passeggeri e dei conducenti” e di “promozione della concorrenza, anche in sede di conferimento delle licenze, al fine di stimolare standard qualitativi più elevati”.

In una nota 'Unica Taxi Filt Cgil' parla di una protesta contro “l'uberizzazione del lavoro” e contro “il caporalato digitale”, con chiaro riferimento alla nota piattaforma Uber, già diffusa in molti Paesi esteri.

“Parlano di concorrenza ma vogliono sostituire migliaia di piccoli operatori con due o tre soggetti che si spartiscono l'intero mercato, per sfruttare il lavoro e imporre condizioni svantaggiose all'utenza - si legge nella nota -. Dove il servizio pubblico è stato soppresso e affidato ai privati non ci sono mezzi per raggiungere le destinazioni non remunerative. Il taxi è invece trasporto pubblico, ha obbligo di servizio, perciò accompagna gli utenti ovunque, non solo dove è più conveniente. Il taxi applica tariffe predeterminate, misurate dal tassametro. Algoritmi e moltiplicatore fissano invece il prezzo in funzione di variabili istantanee, così che non si sa mai quanto si paga. Piove o nevica? Il prezzo sale - prosegue la nota -. C'è sciopero dei mezzi o qualche evento? Il prezzo aumenta di molto. Vale per il trasporto, come per la sanità, per l'acqua bene comune e per tutti gli altri servizi pubblici attaccati dal ddl concorrenza per sottometterli alla logica del profitto: l'accessibilità peggiora e i prezzi crescono. Non dimentichiamo quello che anche la pandemia ha confermato: serve più servizio pubblico, non meno”.

“Dal governo dicono che mirino a disintermediare, ma il settore taxi è oggi senza intermediari. Dunque si vorrebbe disintermediare ciò che non è intermediato, introducendo degli intermediari, ossia multinazionali che possano trattenere parte del ricavato da lavoro dei tassisti e speculare al rialzo su quella tariffa comunale che oggi tutela l'utenza”, ha detto Giudici nei giorni scorsi.

“Lo sciopero farà da spartiacque riguardo al destino dei tassisti. E' una risposta ferma e irremovibile indirizzata a chi pensa di svendere il nostro lavoro e la funzione di servizio pubblico che svolgiamo”, si legge invece una nota firmata dalle quattordici associazioni di categoria rappresentanti i tassisti (Usb-taxi, Uti, Ugl-taxi, Un'impresa, Fast Confsal, Satam, Tam, Claai, Unica Cgil Taxi, UilTrasporti, Uritaxi, Or.S.A., Taxi, Federtaxi Cisal.

“In quelle 48 ore dobbiamo dimostrare, come categoria che non siamo disponibili a nessun passo indietro, a nessun tipo d'accordo, a nessuna resa e che ci batteremo fino all'ultimo respiro, contro tutti quei parassiti che vorrebbero sottrarci il frutto della nostra fatica - si legge ancora -. La nostra battaglia è la lotta di 40mila lavoratori contro la speculazione finanziaria, ma anche la difesa dell'utenza di un sevizio pubblico contro meccanismi come algoritmi e libero mercato che li andrebbero a strangolare nel momento del bisogno”. Domani, 5 luglio, è prevista una manifestazione nazionale in piazza della Repubblica a Roma. Resteranno garantiti i servizi essenziali quali il trasporto in ospedale o i trasferimenti di urgenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero nazionale dei tassisti, anche a Firenze due giorni senza auto bianche: “No alla 'uberizzazione' del lavoro”

FirenzeToday è in caricamento