Richard Ginori, sciopero di fronte alle banche: “Non fateci chiudere” / FOTO

Protesta in viale Lavagnini, se la banche creditrici non abbassano la richiesta la produzione è a rischio

Lavoratori della Richard Ginori di Sesto Fiorentino in sciopero per l'intera giornata di oggi, giovedì 14 settembre, con due presìdi. Il primo è stato effettuato alle 9 davanti ai cancelli della fabbrica, in viale Giulio Cesare, a Sesto, per chiedere all’azienda ancora maggiore determinazione a completare l’acquisto dei terreni che ospitano lo stabilimento.

Poi i lavoratori si sono spostati in pullman a Firenze: qui, dalle 10 alle 12, hanno fatto un presidio in viale Lavagnini, sia davanti alla sede di Unicredit (al cui interno vi è lo sportello di DoBank) sia davanti alla sede di Bnl. Alcune lavoratrici si sono legate con una catena interrompendo il traffico per protesta per alcuni minuti.

L’obiettivo dello sciopero è stato quello di ribadire la richiesta agli istituti di credito di chiudere la trattativa per la cessione dei terreni “senza speculare sulla pelle dei lavoratori”, spiegano i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil.

Il futuro della Ginori è appeso a un filo dal momento che le banche (tra cui DoBank e Bnl) hanno alzato la richiesta economica per vendere alla nuova proprietà i terreni sui quali sorge lo stabilimento: se la proprietà non riuscirà a completare l'acquisto il rischio è che la produzione sia delocalizzata. "Il futuro della Ginori è a Sesto, non fateci chiudere", scandivano i lavoratori.

Sulla questione più volte sia il sindaco di Sesto Lorenzo Falchi che il presidente della Regione Enrico Rossi si sono schierati al fianco dei lavoratori, chiedendo alle banche di abbassare la richiesta economica, giudicata “fuori dalla realtà”. Rossi ieri ha incontrato i sindacati e si è impegnato a premere sul governo perché si interessi a sbloccare la situazione.

“Oggi grande risposta dei lavoratori, siamo solo all’inizio della mobilitazione”, promettono i sindacati, che stanno lavorando a nuove iniziative di protesta da mettere in atto nelle prossime settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 20 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Rinnovo della patente di guida: tutte le informazioni

  • Coronavirus, Giani: “Con questi numeri Toscana gialla o arancione”

  • Coronavirus: un nuovo Dpcm, dieci giorni per i regali e regole per lo shopping. Come sarà il Natale 2020

Torna su
FirenzeToday è in caricamento