rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Cronaca

Campi Bisenzio, crisi nera alla Malo: “Capodanno? Potremmo già essere chiusi”

I 40 addetti dell’azienda di cashmere col fiato sospeso, oggi sciopero e presidio

Servono 2 milioni di euro entro il 31 dicembre per poter approvare il bilancio, altrimenti è a rischio la permanenza sul territorio e la vita stessa della ditta: è questa la situazione della Malo, azienda in mano a una holding di soci russi che produce cashmere, con una quarantina di addetti a Campi Bisenzio.

A denunciarlo sono i sindacati Cgil e Cisl, insieme ai lavoratori, oggi in sciopero e in presidio questa mattina davanti ai cancelli dell’azienda a Capalle, frazione di Campi Bisenzio.

“I lavoratori e le lavoratrici, che sono la maggioranza, sono preoccupatissimi, delusi e allarmati. Il tempo stringe, l’azienda presenti un piano industriale di rilancio che risani la situazione, si sono persi troppi soldi negli ultimi due anni a causa di scelte industriali sbagliate - dicono i sindacati -. Abbiamo già chiesto l’apertura del tavolo dell’unità di crisi della Regione, a gennaio ci aspettiamo di essere convocati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campi Bisenzio, crisi nera alla Malo: “Capodanno? Potremmo già essere chiusi”

FirenzeToday è in caricamento