rotate-mobile

I lavoratori di Rfi scioperano contro azienda e sindacati: "Fanno solo gli interessi del padrone" / VIDEO / FOTO

Manifestazione dei manutentori per protestare contro l'accordo di gennaio. "Ci rimette la sicurezza di tutti, sia nostra che dei pendolari"

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Un presidio e una manifestazione per chiedere migliori condizioni di lavoro e salario oltre che per protestare per l'accordo siglato dai sindacati lo scorso gennaio. È quella a cui hanno dato vita i lavoratori della manutenzione di Rete Ferroviaria Italiana prima davanti a Santa Maria Novella - in cui campeggiava lo striscione "Sindacato fannullone fa solo l'interesse del padrone" - e poi per le vie del centro cittadino.

“A seguito di un accordo che Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Orsa e Fast hanno firmato lo scorso 10 gennaio – spiega Alberto Russo del sindacato Cobas - di fatto questo smantellerà tutto il quadro normativo precedente e peggiorerà le situazioni di vita e sicurezza ma anche di prospettiva dei lavoratori della manutenzione. Per questo siamo qua a manifestare”.

Per protestare i lavoratori si sono riuniti in assemblea. Questo è il terzo sciopero quest'anno contro la firma dell'accordo.

“Nell'accordo che hanno firmato i sindacati – osserva Sara Bartoloni del sindacato Cub – si permetteva all'azienda di cambiarci gli orari lavorativi, anche turni mai previsti fino ad ora. Anche sette giorni su sette al lavoro. A questo punto ne va sia della nostra vita che della sicurezza”.

Bartoloni parla anche dei ritardi dei treni che si verificano spesso. “Spacciano i ritardi per carenza di manutenzione – commenta - quando sono in conflitto con gli altri treni come i Freccia che hanno più valore sul mercato. Quindi li fanno passare prima di quelli dei pendolari. Noi la manutenzione la facciamo giorno e notte ma vogliamo che siano orari umani”.

Alla manifestazione erano presenti anche i familiari delle vittime dell'incidente ferroviario di Viareggio in cui persero la vita 32 persone. "La lotta che hanno intrapreso i manutentori è importantissima – osserva Daniela Rombi, presidente dell'associazione Il Mondo che Vorrei – la loro sicurezza e il loro lavoro quotidiano di ogni giorno è la sicurezza di tutti. Le loro rivendicazioni sono cose importantissime: ne va della sicurezza e della vita di tutti”

Manifestazione lavoratori rete ferroviaria italiana

Video popolari

FirenzeToday è in caricamento