Sollicciano: al via lo sciopero della fame del Garante dei detenuti

E' sostenuto dai consiglieri comunali Antonella Bundu e Dmitrij Palagi (Sinistra Progetto Comune)

Foto di repertorio

Oggi il Garante toscano dei detenuti, Franco Corleone, ha ripreso l’iniziativa di protesta, annunciata l’11 giugno scorso, di una serie di digiuni per riportare l’attenzione sugli istituti penitenziari che versano in condizioni fatiscenti, sovraffollati e invivibili. 

"Una battaglia di civiltà che coinvolge anche la struttura di Sollicciano – sottolineano i consiglieri di Sinistra progetto Comune Antonella Bundu e Dmitrij Palagi – dove si attende da molto tempo la realizzazione di una seconda cucina. Dovrebbe essere messa in funzione nel mese di ottobre, ma bene fa Corleone a chiedere maggiori garanzie e a pretendere di conoscerne la data esatta di inaugurazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nel ribadire il sostegno di 'Sinistra Progetto Comune' al Garante toscano dei detenuti nella conduzione di questa iniziativa di civiltà, chiediamo pubblicamente al presidente del consiglio comunale Luca Milani e al sindaco Dario Nardella di investire del giusto valore anche la figura del Garante dei detenuti per il Comune di Firenze. Oggi – concludono Antonella Bundu e Dmitrij Palagi – la scelta di questa figura spetta alla sola discrezionalità del Sindaco: auspichiamo invece che, come per il Garante regionale, possa essere presto scelto dall’organo consiliare”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 15 Ghost-Town della Toscana che dovreste visitare

  • Archeologia: scoperto gigantesco santuario dedicato ad Apollo

  • Campi Bisenzio: nuovo casello autostradale 

  • I turisti non tornano, i residenti se ne vanno: Firenze è sempre più vuota

  • Coronavirus: impennata di nuovi casi, cluster di giovani

  • Caffè Rivoire, nuovo proprietario: "Ne farò un brand internazionale da esportare nei luxury mall"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento