rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

'School-strike', i ragazzi di Friday For Future 'bloccano' la scuola

A manifestare di fronte alla scuola Machiavelli-Capponi un centinaio di ragazzi circa

Primo 'school-strike' oggi a Firenze, con un centinaio di ragazzi dell'istituto Machiavelli-Capponi che hanno manifestato di fronte alla scuola chiedendo più attenti politiche ambientali e lo stop alle “opere inutili”. L'iniziativa è stata indetta dai ragazzi di Friday For Future Firenze.

'Riprendiamoci il nostro futuro', recitava lo striscione più grande tenuto dai ragazzi, che poi si sono spostati per un'assemblea all'aperto in piazza Santo Spririto assieme ai rappresentanti dei movimenti di lotta per la Piana, comitati No Inceneritore e No aeroporto.

"Oggi abbiamo bloccato la scuola in occasione del primo School strike, primo di una lunga serie”, assicurano i ragazzi. Questa settimana il tema è la questione delle grandi opere inutili e dannose a livello climatico”, spiegano Dario e Gemma, due ragazzi della scuola, che sono anche membri del Friday.

I ragazzi e le ragazze hanno stilato un documento pubblico dove chiedono un sistema di maggiore e migliore raccolta differenziata, lo stop alle bottigliette e ai bicchierini di plastica (quelli che escono dalle macchinette automatiche ad esempio), l'eliminazione dei prodotti alimentari delle multinazionali nelle macchinette  (da sostituire con prodotti locali e a chilometro zero) e la riduzione dei consumi energetici.

Per oggi pomeriggio alle 16 i ragazzi e le ragazze del Fridays For Future hanno organizzato un presidio di fronte all'aeroporto di Peretola per chiedere di fermare il progetto di ampliamento del Vespucci.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'School-strike', i ragazzi di Friday For Future 'bloccano' la scuola

FirenzeToday è in caricamento