rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Calcio, schiaffo al dirigente: minaccia la querela, poi si fa offrire una bistecca

Colpito il guardalinee di parte in Chianti Nord-Firenze Sud. La querelle per una rimessa laterale

Uno schiaffo all'assistente di parte (ancora oggi noto come "guardalinee") per la segnalazione dell'uscita del pallone. Poi una spintone. E' l'ennesimo episodio di cattiva educazione, oltre che di violenza, che si verifica sui campi di calcio dilettantistici, uno dei tanti purtroppo. Cose che non dovrebbero accadere. Ma questa volta, se non altro, sembra finire tutto con una stretta di mano.

E' la storia che racconta il quotidiano La Nazione, dopo la partita Chianti Nord-Firenze Sud del campionato di Prima categoria, disputata il 27 ottobre scorso. Secondo il racconto di Mauro Marziali, dirigente del Firenze Sud, tutto è nato dalla sua "sbandierata" in campo per una rimessa laterale. Perché ancora in questa categoria a fare da guardalinee sono proprio i dirigenti delle squadre, uno per parte.

In queste situazioni non è così fuori dal comune che si scateni una polemica per la "partigianeria", vera o presunta. Solo che questa volta non è stata solo polemica. Marziali per lo schiaffo e la spinta va al pronto soccorso, dove gli refertano otto giorni, dice.

A La Nazione ha spiegato di conoscere il responsabile del colpo da molti anni: "Più che sentire dolore ci sono rimasto male", ha detto. E l'ipotesi di sporgere querela, attraverso i legali. Un brutto epilogo, insomma.

Poi le diplomazie si mettono all'opera e, come spesso accade in questi casi, nessuno ha voglia di finire in tribunali fra carte bollate e lungaggini: una perdita di tempo insomma. Fatto sta che l'opera di "rabbonimento" funziona. E finirà, a quanto pare, tutto con una cena davanti a una bistecca. Meglio così, certo, ma per la prossima volta, forse, sarà meglio realizzare che per una partita di calcio proprio non vale la pena.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, schiaffo al dirigente: minaccia la querela, poi si fa offrire una bistecca

FirenzeToday è in caricamento