Scarpellini ai domiciliari

L'uomo seminò il panico all'Isolotto per due giorni nell'agosto scorso

E' arrivato il bracialetto elettronico per Rolando Scarpellini, l'uomo che seminò il panico (nell'agosto scorso) nel quartiere dell'Isolotto e alla fine si consegnò alla polizia. Fino a ieri era in carcere, da oggi è ai domiciliari e controllato dalle forze dell'ordine con il braccialetto elettronico. 

L'ex calciante era riuscito a patteggiare 3 anni e sei mesi. Da mesi il suo legale e ovviamente il detenuto attendevano il braccialetto. "Era felice - ha dichiarato l'avvocato Massimiliano Manzo alla Nazione -, l'ho sentito telefonicamente. Il grande lavoro che abbiamo fatto ha portato i suoi frutti". 

E' stata estenuante l'attesa per il braccialetto. Come riporta la Nazione un mese fa il Giudice sembra volerlo concedere a Scarpelli. Ma poi nulla di fatto, fino a ieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo: in transito l’ondata di piena dell’Arno in città / FOTO

  • Maltempo: attesa la piena dell'Arno / FOTO

  • Ponte a Greve: crolla un muro per il maltempo, auto distrutte

  • Autopsia sulla neonata trovata morta a Campi Bisenzio: la piccola era nata viva

  • Morto il giovane rapper Cry Lipso 

  • Campi Bisenzio: neonata trovata morta in una borsa / FOTO - VIDEO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento