rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Scandicci “no slot”: approvata la mozione in consiglio comunale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Durante l'ultima seduta del 16 febbraio, il consiglio comunale di Scandicci ha approvato un'importante mozione, dal titolo "Indirizzi per il contrasto e il trattamento della dipendenza patologica dal gioco d'azzardo". Un segnale forte, che impegna l'amministrazione a vigilare sul rispetto dei regolamenti regionale e comunale, che prevedono distanze minime dai luoghi sensibili e l'affissione obbligatoria di cartelli che ricordano come la dipendenza da gioco sia una vera e propria patologia. In questo senso l'amministrazione comunale di Scandicci aveva già promosso varie iniziative nel corso del 2016, anche in collaborazione con il Quartiere 4 di Firenze, e il tema era stato discusso e condiviso nelle commissioni consiliari permanenti I e IV. Un'azione congiunta che ha visto impegnate tutte le forze politiche, riportando all'attenzione del governo della città e della comunità tutta questa problematica e portando proposte concrete per contrastare la Ludopatia all'interno del Comune. Il gioco d'azzardo patologico è un vero e proprio cancro, che negli ultimi anni si è diffuso in maniera endemica nella nostra società, contagiando persone di tutte le età e le estrazioni sociali, in particolar modo quelle più deboli. Nel 2016 sono stati spesi circa 95 miliardi di Euro nel gioco d'azzardo, che corrisponde al 4,7% del PIL. Uno dei dati più allarmanti riguarda l'età dei giocatori, che si sta via via abbassando sempre più, coinvolgendo tantissimi ragazzi anche in età scolare. Su questo tema sono sempre stati in prima fila i Giovani Democratici, che già a Scandicci avevano lanciato la campagna "Non giocarti la vita" e nell'ultimo anno con la campagna #nonmiazzardo che ha portato a presentare mozioni identiche in molti comuni della Toscana e in consiglio regionale. Ora anche Scandicci dovrà attrezzarsi: è soltanto attraverso l'impegno in azioni concrete che si potrà riuscire ad arginare questo fenomeno; adesso non resta che tornare a lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandicci “no slot”: approvata la mozione in consiglio comunale

FirenzeToday è in caricamento