Sant'Orsola: via ai lavori di riqualificazione / FOTO – VIDEO

Il sindaco Nardella sul posto per la consegna dei cantieri

Sono stati consegnati oggi i lavori alla ditta che si è aggiudicata il bando per realizzare i tetti e le coperture del Sant'Orsola, il grande complesso a due passi dal mercato centrale che verte in stato di abbandono da decenni.

“Da oggi, con il via ai lavori da parte del gruppo Vitali, si può parlare di Sant'Orsola non come un bel sogno da realizzare ma di un progetto che inizia a mettere le fondamenta”, dichiara il sindaco, questa mattina sul posto per annunciare la partenza dei cantieri.

In passato si sono susseguite una dopo l'altra numerose proposte per la riqualificazione complessiva dell'immobile, fino all'ultima arrivata dalla cosiddetta 'cordata Bocelli'. Il tenore voleva realizzare una scuola di musica, ma anche quest'ipotesi è saltata per le vicende giudiziarie di un imprenditore incluso nella cordata.

“Abbiamo stanziato risorse importanti. Un milione e 600mila euro per le coperture, a cui si aggiungono 2,8 milioni per il restauro e il rifacimento di tutte le facciate”, prosegue Nardella, che è anche sindaco della Città Metropolitanta, l'ente che ha ereditato dalla Provincia la proprietà della struttura, situata tra via Panicale, via Taddea, via Guelfa e l'omonima via di Sant'Orsola.

VIDEO - Dentro il Sant'Orsola: ecco come appare

Per quanto riguarda le facciate, il progetto esecutivo è in via di definizione, ma le risorse sono già state stanziate. Entro l'anno dovrebbe essere espletato il bando di gara ed i lavori dovrebbero iniziare nel 2019.

C'è un altro bando però tutt'ora in corso, quello che riguarda la riqualificazione dell'intero complesso, atteso da tutta la città. “Il termine scade il 30 novembre. Se arrivano proposte da parte dei privati bene, ma non vogliamo essere schiavi di nessuno, andremo avanti comunque nella riqualificazione anche se non dovessero arrivare”, dice il primo cittadino.

“Abbiamo già stanziato 1 milione aggiuntivo per il prossimo anno. La riqualificazione proseguirà e non ci sarà alcuna speculazione. Ci sono vincoli storici, artistici ed edilizi. Chiunque interverrà lo farà perseguendo l'interesse pubblico”, promette Nardella, annunciando che associazioni e cittadini saranno coinvolti in processi partecipativi sul futuro dell'immobile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

  • Coronavirus, nuova ordinanza: vietato consumare cibo e bevande sul posto e nel raggio di 50 metri 

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 20 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Rinnovo della patente di guida: tutte le informazioni

  • Coronavirus: un nuovo Dpcm, dieci giorni per i regali e regole per lo shopping. Come sarà il Natale 2020

Torna su
FirenzeToday è in caricamento