San Jacopino: dosi di eroina cucite nei pantaloni 

Nuovo intervento della polizia

Continuano i servizi di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nella zona di San Jacopino, dove questa mattina la polizia ha arrestato un altro spacciatore di eroina. L’uomo, un cittadino nigeriano di 32 anni, è stato sorpreso a vendere una dose di droga in via Toselli ad un 50enne fiorentino.

Gli agenti in borghese del commissariato San Giovanni sono subito entrati in azione fermando pusher e cliente, quest’ultimo segnalato quale assuntore di stupefacente.

Il cittadino nigeriano è invece finito in manette con l’accusa di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di droga: la polizia gli ha trovato addosso altre 23 dosi di eroina (circa 11 grammi di sostanza) cucite nei pantaloni.

Solo ieri, gli stessi poliziotti del commissariato avevano arrestato un altro spacciatore sorpreso all’opera alla fermata dell’autobus in piazza San Jacopino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio in centro: scooter in fiamme / FOTO 

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 21 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Baby K a pranzo al circolo: "Adora la cucina toscana" / FOTO

  • Crisi Coronavirus: chiude lo storico Gran Caffè San Marco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento