San Frediano: tre auto bruciate nella notte

Il rogo è di probabile origine dolosa. Decine di residenti svegliati dal boato precedente le fiamme

polizia e vigili del fuoco (Foto di repertorio)

Un boato che sveglia decine di residenti, poi le fiamme. Momenti di paura, ieri poco prima della mezzanotte, in via dei Tessitori, nel centro storico. Tre auto, regolarmente parcheggiate in sosta lungo la strada, sono state distrutte da un incendio di probabile natura dolosa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo i primi accertamenti dei vigili del fuoco e delle volanti della polizia intervenute in San Frediano, il rogo si sarebbe sviluppato da un Suv, un Jeep Renegade, per poi propagarsi e a una Pegeout 206 e a una Mini rossa.  Al vaglio degli investigatori, le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza della zona: potrebbero aver ripreso l'autore o gli autori del gesto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caldo torrido su Firenze: tre giorni di allerta meteo

  • Incendio in fabbrica a Mantignano: colonna di fumo sulla città / FOTO

  • I turisti non tornano, i residenti se ne vanno: Firenze è sempre più vuota

  • Coronavirus: 217 in quarantena per l'ultimo focolaio

  • Coronavirus: impennata di nuovi casi, cluster di giovani

  • Caffè Rivoire, nuovo proprietario: "Ne farò un brand internazionale da esportare nei luxury mall"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento