rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Cronaca Via di San Salvatore Al Monte

San Miniato: cede l'asfalto, chiusa la scalinata del Monte alle Croci

Pronto il progetto di recupero da 1,2 milioni di euro

Questa mattina intorno alle 10, per il cedimento di un tratto della pavimentazione, la polizia municipale ha chiuso la scalinata del Monte alle Croci fra il Giardino delle Rose e la vetta della scalinata. Resta percorribile il tratto dalla base fino al Giardino delle Rose. I Servizi tecnici del Comune hanno predisposto un progetto di intervento da 1,2 milioni di euro per il restauro e consolidamento della scalinata della Via Crucis.

“Abbiamo completato il progetto di risanamento con un intervento complessivo che ammonta a 1,2 milioni di euro - ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Titta Meucci - e siamo in attesa del finanziamento del primo lotto. Le condizioni della via sono sotto costante monitoraggio e stiamo definendo il quadro di finanziamento, anche con la candidatura dell’intervento nell’ambito del bando del ministero Turismo sulla valorizzazione del sito Unesco”. 

Il progetto

Sotto il profilo tecnico il progetto ha la finalità di provvedere al consolidamento strutturale dei muri di sostegno della scalinata, oltre che al restauro e ripristino della parte a gradoni. Oltre a tali interventi si rende necessario procedere con il restauro e la valorizzazione delle “stazioni” della via Crucis anche attraverso un impianto d’illuminazione dedicato.

La gradonata

Nella parte della gradonata si procederà con la demolizione del lastricato, lo smontaggio dei cordonati in pietra, la verifica e eventuale riparazione dell’impianto fognario delle acque meteoriche, il ripristino di caditoie e chiusini in pietra e il restauro degli intonaci dei muri perimetrali. Successivamente verranno riposizionati i cordonati dei gradoni e sarà realizzato un calcestruzzo architettonico ad imitazione dell’originaria pavimentazione in ghiaia.

La scalinata

Nella zona della scalinata, invece è necessario procedere con lo smontaggio dei gradini in pietra arenaria ed al loro accantonamento in cantiere, successivamente si procederà con il consolidamento del muro di destra salendo che presenta un notevole fuori piombo e che rappresenta elemento più urgente dell’intervento. Sarà necessario realizzare sottofondazioni e tiranti che annullino l’effetto di ribaltamento che si è creato sulla struttura già da molto tempo e che ne sta minando la stabilità.

Le stazioni della Via Crucis

A consolidamento completato, si procederà con la collocazione degli scalini e la ricostruzione della testa del muro con elemento finale di coronamento in pietra arenaria. Per la valorizzazione del percorso pedonale è necessario provvedere al restauro delle “stazioni” della via Crucis che si presentano in stato di notevole criticità sia materica che di percezione visiva.

L'illuminazione

Completerà l’intervento la realizzazione di un impianto d’illuminazione dedicato che sarà integrato a quello già esistente d’illuminazione pubblica

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Miniato: cede l'asfalto, chiusa la scalinata del Monte alle Croci

FirenzeToday è in caricamento