Piazza Santa Maria Novella: sorpreso a rubare in auto, chiuso dentro dai passanti

Lievi lesioni per il proprietario dell'auto 

Ieri pomeriggio un 36enne marocchino è finito in manette dopo esser stato sorpreso a rovistare all'interno di un'auto mentre il proprietario si trovava in un albergo a fare il check in. A dare l'allarme sono stati alcuni passanti che hanno notato il nordafricano mentre frugava nei cassetti della vettura. Sono stati loro a chiudere le portiere e tagliare così la via di fuga al 36enne, tra le grida: "Aiuto c'è un ladro in macchina".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il proprietario si è lanciato in strada per poi ingaggiare una colluttazione con il 36enne che nel frattempo era riuscito a uscire. Sul posto è arrivata la polizia che ha bloccato il nordafricano con l'accusa di tentata rapina impropria. Il proprietario ha riportato alcuni lievi contusioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm: slitta la firma, tutti i dubbi delle Regioni

  • Coronavirus: possibili 'zone rosse' in Toscana

  • Montespertoli: si getta nel vuoto dopo una lite in casa, muore quindicenne

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da lunedì

  • Coronavirus: nuovo record di contagi in Toscana, oltre 2.000 nuovi casi e 13 decessi

  • Rifiuta di indossare la mascherina: caos in Piazza della Repubblica 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento