rotate-mobile
Cronaca

Rubava ai disabili per giocare d'azzardo: condannato a due anni

In più di due anni ha svuotato carte e bancomat della struttura in cui lavorava: era affetto da ludopatia

Usava le carte di credito e i bancomat degli ospiti di una struttura per disabili intellettivi per giocare d'azzardo. Il tribunale lo ha condannato a due anni di reclusione per appropriazione indebita aggravata. L'uomo, romano di 37 anni che vive Campi Bisenzio, lavorava a Villa San Luigi, struttura gestita dalla Fondazione Opera diocesana di assistenza (Oda) Firenze onlus.

In totale avrebbe sottratto in due anni oltre 250 mila euro a dieci persone. L'uomo è stato condannato anche a pagare risarcimenti civili per oltre 100 mila euro. Il processo è scaturito dalla denuncia di un sacerdote che si era insospettito dei frequenti prelievi.

Le perizie avrebbero rilevato un evidente stato da ludopatia nell'imputato: il 37enne ha avuto un "disturbo da gioco patologico" certificato anche dal Sert, che lo avrebbe portato ad agire in questo modo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubava ai disabili per giocare d'azzardo: condannato a due anni

FirenzeToday è in caricamento