Coronavirus: Rossi-Burioni, rissa sui social per la quarantena dei cinesi

Per il virologo "la Regione espone a rischi i cittadini". Il governatore: "Chi ci attacca non è informato, in malafede o fascioleghista"

Sul Coronavirus le notizie che arrivano dall'Asia non lasciano tranquilli. Ed è polemica sulle misure adottate dalla Regione Toscana per fronteggiare il rientro di 2.500 cittadini tornati in patria per il Capodanno cinese e che vivono per lo più fra Firenze e Prato.

Ad innescarla, dopo l'apertura del nuovo e apposito laboratorio all'Osmannoro, la presa di posizione del noto virologo del San Raffaele di Milano Roberto Burioni, che ha criticato il modo in cui la Regione Toscana ha affrontato la situazione, contestando in particolare la scelta di non prevedere la quarantena per i cinesi tornati in Italia.

Opinione che ha suscitato una brusca e piccata reazione del governatore Enrico Rossi: "La Toscana - ha scritto nello scontro sui social con Burioni - in materia di prevenzione contro il Coronavirus, seguendo le linee nazionali di sorveglianza attiva, sta facendo più di tutte le altre Regioni. Chi ci attacca o non è bene informato, o è in malafede o è un fascioleghista".

Dichiarazioni in seguito alle quali Burioni non ha potuto tacere: "Il presidente della Regione Toscana secondo me sottovaluta il rischio del Coronavirus esponendo a rischi evitabili i propri cittadini". "Lo stesso presidente - ha aggiunto - che nella sua regione offre l'omeopatia all'interno del sistema sanitario. Complimenti davvero". E aggiunge commentando l'intervento di Rossi: "Il post è vero. Incredibile, ma vero".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un botta e risposta che ha scatenato le critiche del centrodestra al governo della Regione, con Fratelli d'Italia e Forza Italia che sono andati all'attacco della gestione sanitaria. E la Lega che con il consigliere regione Jacopo Alberti ha chiesto alla Regione Toscana di invitare il virologo Roberto Burioni in una seduta speciale della commissione sanità dedicata all'emergenza coronavirus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Toscana 35 nuovi casi: il doppio rispetto a ieri. I decessi sono 5, di cui 4 nel Fiorentino

  • Le Frecce tricolori volano "a domicilio": il giro d'Italia passa da Firenze

  • Femminicidio a Cuneo: fermato un ex militare fiorentino

  • Coronavirus Toscana: "La grande truffa delle sanificazioni"

  • Coronavirus: in Toscana positivo l'1%. Quattro su cinque sono asintomatici

  • Paura Isolotto: ambulanza esce di strada e finisce contro una vetrina / FOTO 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento