rotate-mobile
Cronaca

Ristoranti, si può mangiare solo all'aperto. "No alle stanze chiuse": la Regione fa chiarezza

Cosa si può fare e cosa no: la nota dell'assessore Marras e di Biffoni (Anci)

In questi giorni i ristoranti sono aperti per la consumazione al tavolo soltanto all'aperto. Ma che sgnifica "all'aperto"? E' possibile farlo nelle verande? A fare chiarezza sul tema sono intervenuti la Regione Toscana e l'Anci, l'associazione dei comuni: "Non basta aprire una finestra per rendere un locale idoneo ad ospitare pranzi o conviviali in questo drammatico periodo contraddistinto dalla pandemia da covid".

Lo hanno sottolineato in una nota in modo congiunto l’assessore al Commercio e alle Attività produttive della Regione Toscana, Leonardo Marras, e il presidente dell’Anci Toscana e sindaco di Prato, Matteo Biffoni. 

“Per ‘consumo all’aperto’ - hanno specificato - deve intendersi quello effettuato in esercizi dove i tavoli sono chiaramente posti all’aperto, in spazi senza alcuna copertura o con coperture mobili, ad esempio ombrelloni o tende, eventualmente in spazi dotati di strutture esterne comunque in grado di garantire un cospicuo e continuo ricambio dell’aria, ma non certamente in ‘stanze aperte’. Gli spazi all’aperto sono verande, dehor, terrazze, tettoie, costruite all’aperto, strutture per loro definizione, ed autorizzazione, amovibili".

"Le stanze, invece, - hanno aggiunto - sono per definizione luoghi chiusi. Non abbiamo mai parlato di ‘stanze aperte’. Occorre tuttavia che questo punto sia altrettanto chiaro alla pubblica opinione, - hanno concluso Marras e Biffoni - altrimenti si rischia solo di creare confusione ed apprensione anche tra le autorità preposte al controllo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristoranti, si può mangiare solo all'aperto. "No alle stanze chiuse": la Regione fa chiarezza

FirenzeToday è in caricamento