Cronaca Via Vincenzo Bellini

Maxi rissa a Empoli: undici arresti, un uomo accoltellato a un rene

Un litigio per il mancato pagamento di alcuni lavori all'origine della rissa scoppiata sabato sera in via Bellini. Si apre anche l'ipotesi del caporalato

Sabato sera un maxi rissa tra una ventina di cittadini romeni, di età compresa tra i 22 e i 38 anni, è scoppiata in via Bellini a Empoli. All’origine della lite ci sarebbe il mancato pagamento di alcuni lavori.  Quattro persone sono rimaste ferite, di cui una ricoverata in prognosi riservata, e undici quelle per cui è scattato l'arresto con l’accusa di  rissa aggravata, compresi gli stessi romeni portati in ospedale. Altre nove persone sono per il momento riuscite a fuggire.

Il ferito più grave è stato colpito con un coltellata alla schiena che avrebbe raggiunto un rene: ora è ricoverato in ospedale a Empoli. Tra gli altri tre feriti, tutti già dimessi, uno, colpito alla testa e trovato a terra svenuto, ha avuto 15 giorni di prognosi, gli altri rispettivamente 8 e 5 giorni.

Tra le 'armi' con cui i romeni si sono affrontati le forze dell'ordine hanno trovato un coltello da cucina con cui è stato colpito il romeno ora ricoverato in prognosi riservata, un bilanciere di quelli usati in palestra e una mazza in legno di un piccone. Tra gli arrestati due sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza del commissariato, altri otto sono agli domiciliari mentre il ferito grave è piantonato in ospedale. Al vaglio degli investigatori c'é anche l'ipotesi che dietro i lavori non pagati possa esserci un'organizzazione dedita al caporalato.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi rissa a Empoli: undici arresti, un uomo accoltellato a un rene

FirenzeToday è in caricamento