rotate-mobile
Cronaca Campo di Marte / Via Pier Capponi

Rischia di soffocare ingoiando ovuli di eroina: spacciatore salvato (e arrestato) dalla polizia

In via Pier Capponi. L'agente ha effettuato una manovra di Heimlich

Sorpreso dalla polizia a spacciare una dose di eroina, ha rischiato di soffocare cercando di ingoiare gli altri ovuli che aveva in bocca.

L’episodio è successo ieri nella tarda mattinata, in via Pier Capponi. Appena gli agenti hanno visto il pusher accusare problemi di respirazione e diventare cianotico lo hanno subito soccorso, praticandogli la cosiddetta manovra di Heimlich.

L’uomo, un cittadino nigeriano di 26 anni, ha quindi iniziato a espellere altri involucri di droga a più riprese: 13 in tutto, per un totale di 15 grammi di eroina.

Il cittadino straniero - caduto nella rete degli uomini del commissariato San Giovanni, diretto da Roberto Sbenaglia, che avevano predisposto un servizio di contrasto allo spaccio di droga mirato, con agenti in borghese tra via Giacomini e via Pier Capponi - si è subito ripreso ed è finito in manette con l’accusa di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

La zona tra via Giacomini e via Pier Capponi, è stata infatti recentemente oggetto di esposti e segnalazioni dei cittadini per il rischio degrado. Per quanto riguarda il "cliente” dell’arrestato, un fiorentino di 47 anni, l’uomo è stato segnalato quale assuntore di stupefacenti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischia di soffocare ingoiando ovuli di eroina: spacciatore salvato (e arrestato) dalla polizia

FirenzeToday è in caricamento