Riqualificazioni, sì all'extra lusso all'ex ospedale militare San Gallo e in Costa San Giorgio

Ok dal consiglio comunale a due delibere che riguardano l'ex ospedale militare e l'ex caserma Vittorio Veneto, in disuso da oltre 20 anni

Ok dal consiglio comunale oggi, con i voti favorevoli della maggioranza Pd e Lista Nardella, e con l'ok anche dei 5 Stelle alle riqualificazioni dell'ex ospedale militare San Gallo, tra via San Gallo e via Cavour, e dell'ex caserma Vittorio Veneto, quest'ultima in disuso dal 1998.

Per quanto riguarda l’ex ospedale militare San Gallo si tratta di un’area di oltre 16mila metri quadrati. Su proposta dell’assessore all’urbanistica Cecilia Del Re, il consiglio ha adottato la variante urbanistica legata alla trasformazione del complesso completando un complesso iter avviato nel 2014.

L’intervento si affianca alla trasformazione di un’altra area che si appresta a ospitare anche la nuova Scuola di governance internazionale dell’Istituto universitario europeo nell’ex palazzo della Corte d’Appello.

La variante adottata per l’ex ospedale San Gallo definisce le destinazioni d’uso di progetto residenziale, comprensiva di negozi di vicinato e uffici, ma in gran parte sarà destinata a strutture turistico-ricettive di lusso (circa il 60%).

Approvata oggi in consiglio anche l’altra delibera relativa alle alienazioni delle caserme da parte del demanio, quella della ex Caserma Vittorio Veneto in Costa San Giorgio, che era già stata esaminata e votata dalle commissioni prima dello stop imposto dalla pandemia. La variante aveva avuto l’ok della giunta a gennaio scorso.

In questo caso si tratta di un'area di grandissimo pregio e anche in questo caso la parte del leone la farà la destinazione d'uso 'ricettiva-turistico'. Nascerà, come pre annunciato nei mesi scorsi, un resort extra lusso sull'86% della superficie utile lorda, circa 13.800 metri quadri (la cosiddetta 'Sul'), mentre il 9% della superficie sarà occupata da aree commerciali (1.450 metri quadri) e il 5% da uffici (800 mq).

Si parla di un investimento da 200 milioni di euro da parte di un gruppo privato legato alla famiglia argentina, Lowenstein. Per quest'ultima delibera hanno votato no i consiglieri della sinistra Bundu e Palagi, oltre a Draghi (Fdi) e Asciuti della Lega, per ragioni in parte diverse tra loro ma tutte legate all'inopportunità di portare l'ennesima struttura di extra lusso (si prevedono 200 stanze) in una zona centrale, storica e di pregio della città come Costa San Giorgio (nel periodo post coronavirus a parole si parla di riportare i residenti in centro anche se certo quello di oggi è solo l'ultimo passaggio di un'operazione iniziata anni fa).

Oltre alla maggioranza Pd-Lisa Nardella, che ha espresso 23 voti favorevoli a questa seconda delibera, hanno votato sì anche i due consigliere 5 Stelle presenti in consiglio (De Blasi e Masi), mentre si sono astenuti gli altri cinque consiglieri della Lega e i due di Forza Italia (Cellai e Razzanelli).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Palazzo Vecchio difende con forza entrambe le operazioni, come "importanti riqualificazini di aree abbandonate da tempo di cui gioverà l'intera città e la sua economia". Quanto all'ex ospedalte "portiamo in fondo il percorso per dare nuova vita all’ex Ospedale San Gallo. Uno spazio importante per la città che viene ripensato con un mix di funzioni in un’ottica di apertura di questo complesso alla città, finora inaccessibile poiché l’ingresso era limitato ai militari. Un pezzo di centro storico abbandonato, da tempo privo della funzione militare che aveva acquisito dopo l’unita d’Italia prendendo il posto di un convento, che cambia volto e ridisegna un intero isolato con un mix di usi pubblici e privati. L’intera zona compresa nell’asse San Gallo - via Cavour - San Marco troverà poi - commenta Del Re -, una nuova vocazione internazionale e di alta formazione con l’arrivo della Scuola di governance internazionale dell’Iue, che già dalla prossima primavera comincerà a formare i primi studenti: sono in corso infatti i lavori da parte del demanio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus: nuovo caso a scuola, classe in quarantena

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 21 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 19 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Incidente in piazza della Libertà: scontro tra auto, cinque feriti | FOTO

  • Elezioni regionali e referendum: boom affluenza in Toscana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento