Accordo Comune-Regione  / Il Pignone  / Lungarno di Santa Rosa

Via libera alla riqualificazione del Torrino Santa Rosa

Saranno demolite le strutture abusive e verrà rivista la viabilità

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Dopo 30 anni arriva finalmente la riqualificazione del Torrino Santa Rosa, con la realizzazione del nuovo Centro di socializzazione per anziani e la sistemazione dell’area circostante. Accordo di programma tra Regione Toscana e Comune di Firenze per la concessione del contributo regionale straordinario di 600mila euro destinati alla riqualificazione del Torrino e dell’approvazione del progetto esecutivo da oltre 1,1 milioni di euro per la realizzazione del centro anziani. Ieri la doppia delibera è stata approvata  nell’ultima seduta dalla giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessora ai Lavori pubblici Titta Meucci.

Il nuovo progetto

Il progetto del nuovo fabbricato è stato definito verso l’Arno nel rispetto della zona di inedificabilità idraulica stabilita in 10 metri dal muraglione ottocentesco; e verso il Torrino da un’ulteriore fascia di rispetto delle mura medioevali di quattro metri concordata con la Soprintendenza per migliorare la visibilità dei manufatti storici sia dal lungarno Santa Rosa che dal lungarno Vespucci sulla sponda opposta dell’Arno. 

Per realizzarlo saranno necessarie alcune opere propedeutiche, a partire dalla demolizione delle strutture abusive nel resede (ex spogliatoio seminterrati) e in adiacenza del Torrino a est (verande) e ovest (attuale sala polivalente), in ottemperanza alle ingiunzioni che gravano sul fabbricato adiacente al Torrino; fino alla rimozione della vegetazione adiacente alle strutture storiche e alla pulizia delle aree a valle del Torrino.

Il progetto prevede la realizzazione di due corpi di fabbrica che si compenetrano: il corpo principale a pianta rettangolare, caratterizzato da una grande trasparenza, ospiterà la sala pluriuso da cui emergerà il blocco destinato ai servizi (cucina, lavaggio, magazzino/dispensa, servizi igienici per il pubblico e spazi per il personale). L’elemento di connessione tra nuovo edificio e Torrino sarà costituito da una struttura leggera completamente vetrata sui lati verso la strada e verso l’Arno, con funzione di filtro tra i due ambienti. 

L’area verde affacciata sul fiume sarà interessata dalla sistemazione della vegetazione e del terreno, con l’introduzione di un nuovo accesso laterale al giardino interno. Parte integrante del progetto, spiegano da Palazzo Vecchio, è costituita dalla riorganizzazione della viabilità dell’area intorno al Torrino, attraverso la realizzazione di un nuovo marciapiede per allontanare la carreggiata dal corpo del Torrino e creare un nuovo attraversamento pedonale che collegherà l’ingresso della nuova struttura al parco delle mura di Verzaia, aumentando la sicurezza dei percorsi pedonali. Anche il marciapiede sul lato opposto al Torrino Santa Rosa sarà modificato e allargato.

Il commento

“Sono estremamente soddisfatta di chiudere il mandato portando a compimento un intervento che i cittadini attendevano da 30 anni - ha detto l’assessora Meucci -. Un intervento complesso da tanti punti di vista, che ora consentirà non solo di mettere a disposizione una struttura più adeguata all’attività sociale sotto il profilo edilizio e dei servizi; ma anche di riqualificare e regolarizzare l’area circostante, valorizzare il complesso del Torrino dal punto di vista storico-architettonico e regolarizzazione la viabilità carrabile e pedonale”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via libera alla riqualificazione del Torrino Santa Rosa
FirenzeToday è in caricamento