Calenzano, sorpresi con 250 kg di rifiuti tessili illegali: due denunce

Sono stati fermati dai carabinieri

La scorsa notte i carabinieri della stazione di Calenzano hanno sorpreso due cittadini cinesi mentre trasportavano illegalmente, a bordo di un furgone, 27  sacchi contenenti oltre 250 chili di rifiuti di scarti tessili industriali.

I due uomini, approfittando della notte, si aggiravano nella periferia di Calenzano con l’intenzione di disfarsi dei rifiuti ma si sono imbattuti nella pattuglia, appositamente predisposta per arginare il fenomeno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri hanno imposto l'alt al furgone. Un rapido controllo ha permesso di accertare l’assenza della documentazione autorizzativa e la non tracciabilità degli scarti, che è costata ai due una denuncia a piede libero per violazione della normativa in materia di trasporto di rifiuti ed il sequestro del mezzo.

Blitz negli orti cinesi: nei campi spazzatura e rifiuti pericolosi / FOTO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caldo torrido su Firenze: tre giorni di allerta meteo

  • Incendio in fabbrica a Mantignano: colonna di fumo sulla città / FOTO

  • Era scomparso da giorni, Alvaro trovato morto

  • Coronavirus: 217 in quarantena per l'ultimo focolaio

  • Coronavirus: impennata di nuovi casi, cluster di giovani

  • Allieva della Scuola Marescialli dei carabinieri sorpresa a rubare in un supermercato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento