menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza rifiuti nella Piana: nuova tecnica, fermato furgone all’Isolotto 

Il conducente stava trasportando 25 quintali di rifiuti che sarebbero stati abbandonati in strada  

Ieri i carabinieri forestali, dopo alcune segnalazioni per un furgone pieno di rifiuti tessili parcheggiato nella zona dell’Isolotto, hanno eseguito un controllo notturno. Durante l’appostamento hanno visto arrivare due uomini in auto che, dopo aver abbandonato la vettura, si sono messi alla guida del veicolo. Una volta sul viadotto dell’Indiano, i militari hanno fermato il furgone. Il passeggero è saltato dal ponte riuscendo a fuggire, mentre il conducente, disoccupato di nazionalità cinese, è stato bloccato. 

All’interno del mezzo, poi sequestrato, sono stati ritrovati cinquanta sacchi neri per un peso di 25 quintali.  Il conducente, noto per precedenti specifici in materia di gestione illecita di rifiuti, non aveva con sé alcuna autorizzazione ad effettuare questo tipo di trasporti. Motivo per cui dovrà rispondere di gestione illecita di rifiuti speciali non pericolosi.  

L’emergenza continua

Quella di ieri sera potrebbe configurarsi come una nuova modalità per evitare di essere notati durante le manovre di carico dei sacchi neri di rifiuti: mezzi utilizzati come punti di stoccaggio mobili da svuotare all'occasione. Nella Piana fiorentina è molto diffuso il fenomeno dell’abbandono di scarti tessili e di pellame che, oltre che ad essere gestiti illegalmente cioè in assenza di autorizzazioni, vengono sistematicamente gettati nei cassonetti, creando forti disagi alle amministrazioni comunali, alla comunità nonché all’ente gestore dei rifiuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento