rotate-mobile
Cronaca Bagno a Ripoli

Rievocazione di Grassina, missione per la candidatura Unesco

I promotori e il comune a Roma per il riconoscimento come patrimonio immateriale

Battute conclusive per la candidatura della Passione di Grassina a patrimonio Unesco. Una delegazione del Centro attività turistica di Grassina che organizza e promuove la Rievocazione la sera del venerdì santo e l’assessora alla cultura Eleonora François, hanno presentato al Ministero della Cultura a Roma i risultati del percorso intrapreso da Europassione per l’Italia per chiedere il riconoscimento Unesco delle sacre rappresentazioni della Settimana Santa. È la fase finale prima dell'avvio della procedura di istruttoria alla Commissione nazionale per l'Unesco. 

Costumi in mostra

Per l’occasione è stata messa in mostra una selezione di oggetti e costumi tipici delle rappresentazioni sacre. Tra questi anche i costumi della Rievocazione storica di Grassina, cuciti da generazioni di grassinesi e indossati la sera del Venerdì santo dai figuranti della processione e delle scene sulla collina del Calvario. “Ci auguriamo che le rappresentazioni storiche, tra cui la nostra Rievocazione di Grassina – ha commentato la delegazione ripolese – possano davvero ottenere il riconoscimento Unesco. Un traguardo più che meritato per manifestazioni come la Passione, patrimonio collettivo da tutelare e proteggere”.
 

Continua a leggere su FirenzeToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rievocazione di Grassina, missione per la candidatura Unesco

FirenzeToday è in caricamento