Trasport pubblico: entro metà marzo taglio di autobus e corriere

Entro la metà di marzo ci sarà una riduzione del trasporto pubblico su gomma del 5%. Tre linee interessate: una urbana e due autolinee del Chianti-Valdarno e del Mugello-Valdisieve

Dopo l’annuncio di 350 milioni di euro d’investimenti in treni per risollevare le condizioni dei trasporti pendolari, ora saranno gli spostamenti su gomma a soffrire un po’. Infatti da qui a metà del mese prossimo il trasporto pubblico del territorio fiorentino si ridurrà del 5%. Ieri ad annunciarlo l’assessore provinciale Stefano Giorgetti in occasione di un incontro organizzato dalla Uiltrasporti.

RIDUZIONI - La riduzione riguarderà tre lotti, uno urbano e due extraurbani, le autolinee del Chianti-Valdarno e del Mugello-Valdisieve. "La questione - ha spiegato l'assessore - è legata alle minori risorse da parte della Regione, il 2,5% pari a circa 5 milioni di euro in meno, per il trasporto pubblico. E' un taglio che dovevamo fare da gennaio ma abbiamo aspettato per vedere come si sviluppava l'accordo Stato-Regioni sul Tpl".

L'assessore ha poi aggiunto che "stiamo concordando gli interventi con i Comuni e ci sarà una riorganizzazione del servizio" con una diminuzione delle corse o percorrenze più brevi. In ogni caso, ha assicurato Giorgetti, gli interventi saranno selezionati "incidendo il meno possibile sulle linee più forti". Dal 2013, ha proseguito, "il servizio sarà invece disciplinato dalla gara regionale che prevede 190 milioni di euro l'anno, per 9 anni, di cui 130 per il servizio e 30 per gli investimenti. Abbiamo chiesto alla Regione - ha concluso Giorgetti - di mantenere i 190 milioni annui ma di lasciare discrezionalità alle aziende sulla destinazione delle risorse in modo da averne di più per il servizio, perché 160 milioni sono pochi".

Proprio in vista della gara unica regionale il segretario toscano della Uiltrasporti, Paolo Fantappié, ha stimato quanto sono state le risorse tagliate negli anni. Secondo il sindacato oggi il Tpl su gomma in Toscana ha a disposizione 60 milioni di euro in meno rispetto agli anni scorsi. Dai 220 milioni del 2010 si è passati a 207 milioni dell'anno scorso e a 198 milioni per il 2012. Dal 2013 e per tutti i nove anni di gestione del servizio tramite la gara regionale, le risorse disponibili ammonteranno a 160 milioni all'anno. "Si tratta quindi di un forte ridimensionamento del servizio - ha detto il segretario - e in futuro ci saranno forti esuberi di personale".

 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: stop ai voli, rinvio per le discoteche

  • Mick Jagger si trasferisce in Toscana: "E' innamorato, forse rimane"

  • I borghi più belli della Toscana da visitare assolutamente

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

  • Coronavirus, dipendenti senza mascherina: chiuso e multato un supermercato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento