rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca

Inchiesta sui ristoranti del centro, la Cgil: "Sorpresi? No, illegalità è diffusissima"

Appello del sindacato alle associazioni datoriali: “Contrastiamo insieme questa condizione"

Nell'ambito di una maxi inchiesta per riciclaggio, la guardia di finanza ieri ha perquisito diversi ristoranti nel centro di Firenze. Poche voci si sono levate su quanto accaduto, nonostante le gravi ipotesi d'accusa. Tra quelle fuori dall'ipocrisia che spesso si sentono, c'è quella della Cgil. Sopresi di quando successo? "No, affatto", dicono senza mezzi termini dal sindacato.

"Più volte abbiamo sottolineato come infiltrazioni malavitose si accompagnano a forme di sfruttamento e elusione dei diritti di chi lavora. L'illegalità fa male alle imprese regolari e ai diritti nel lavoro. Associazione per delinquere finalizzata all’appropriazione indebita, auto-riciclaggio e impiego di denaro di provenienza illecita anche per pagare stipendi a nero sono accuse pesantissime che chiamano in causa non solo i gestori dei locali coinvolti ma un intero sistema sul quale non può certo basarsi lo 'sviluppo' della nostra città", si legge in una nota firmata da Cgil e Filcams.

"Un sistema di illegalità e irregolarità così diffuse che proprio nei settori dei pubblici esercizi e del turismo continua a registrare centinaia e centinaia di vertenze individuali e collettive. Non si tratta più di evasione di sopravvivenza con qualche episodio più o meno clamoroso. Si tratta, ormai, di una condizione del mercato. Qui ci rivolgiamo alle associazioni datoriali al fine di contrastare insieme questa condizione che impone alle aziende di evadere per stare sul mercato per bonificare così una palude nella quale, senza la necessaria restituzione della dignità al lavoro, rischiamo tutti di annegare", l'appello che il sindacato rivolge alle 'associazioni datoriali' e dunque, di fatto, ai proprietari di ristoranti e simili. Ora si attende la risposta.

Maxi inchiesta, tra gli indagati spunta l'ex portiere della Fiorentina

Maxi frode, sequestrate anche Ferrari e auto da corsa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta sui ristoranti del centro, la Cgil: "Sorpresi? No, illegalità è diffusissima"

FirenzeToday è in caricamento