Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Anche a Villa Basilewsky un resort extra lusso per turisti: comprata da un fondo svizzero

Pochi giorni dopo il sit in di protesta contro la struttura in Costa San Giorgio arriva la notizia che il super lusso sbarcherà anche a Villa Basilewsky

Foto da Wikipedia

Anche a Villa Basilewsky, struttura ottocentesca che sorge di fronte alla Fortezza da Basso, sorgerà un resort extra lusso. La notizia è stata data oggi da Repubblica Firenze, che riferisce dell'acquisto dell'immobile da parte di un fondo svizzero dell'immobile di proprietà della Regione per circa 8 milioni di euro, anche se ancora non si conoscono ulteriori dettagli né il nome del fondo.

Non ha dunque avuto seguito l'impegno del presidente della Regione Eugenio Giani in campagna elettorale di trasformare la Villa, in passato sede di alcuni servizi dell'Asl nell'ambito della sanità pubblica, in un luogo destinato alla formazione dei giovani.

Arriverà invece una nuova struttura ricettiva super lusso per turisti. La notizia arriva peraltro a pochi giorni dopo la protesta dello scorso fine settimana in Costa San Giorgio: anche qui infatti, nell'ex caserma Vittorio Veneto, confinante con il giardino di Boboli, sorgerà una struttura super lusso ad opera della famiglia miliardaria argentina dei Lowenstein.

L'hotel extra lusso preoccupa il direttore degli Uffizi: "Preservare Boboli"

Con non poche proteste da parte dei residenti dell'Oltrarno, che avrebbero voluto ben altra destinazione per uno dei luoghi più belli e affascinanti di Firenze.

Villa Basilewky, si legge su Wikipedia, fu "voluta dal consigliere di collegio Aleksandr Bazilevskij e dalla moglie Olga Nikolaevna per trascorrere periodi di vacanza in Toscana. La struttura è una delle testimonianze del turismo russo verso l'Italia. Non è un caso che nelle immediate vicinanze della villa sorga la chiesa russa ortodossa della Natività (comunemente chiamata Chiesa Russa) creata anche grazie alla donazione del principe di San Donato Paolo Demidoff".

"Alla morte della madre il figlio Petr Aleksandrovi? decise di donare la villa alla pubblica amministrazione per la creazione di un ospedale intitolato alla madre", ricorda ancora 'l'enciclopedia libera'. E proprio su questo aspetto ci sono già forti polemiche.

"Nel caso di Villa Basilewsky, oltre al tema della turistificazione e della pesante trasformazione di un’area come quella della Fortezza da Basso che vede già la presenza a pochi metri del primo dei futuri tre Student Hotel fiorentini (uno già aperto in viale Lavagnini e due in costruzione, in viale Belfiore e alla ex Manifattura Tabacchi, ndr), ci sono due grosse incognite: la destinazione d’uso e il lascito di Olga Basilewsky alla città di Firenze, che legava l’edificio ad uso caritatevole-ospedaliero - scrive infatti il giornale on line legato alla sinistra cittadina 'La Città Invisibile' -. Con la villa che diventa un albergo di superlusso Firenze tradisce la volontà di Olga Basilewsky".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Villa Basilewsky un resort extra lusso per turisti: comprata da un fondo svizzero

FirenzeToday è in caricamento