Cronaca Reggello

Reggello, sorpresi a bruciare rifiuti speciali: denunciati padre e figlio

Sul posto sono intervenuti i carabinieri forestali

Sono stati trovati dai carabinieri forestali a bruciare rifiuti speciali e per questo sono stati denunciati. E' successo ieri nel comune di Reggello ed i due denunciati sono padre e figlio, titolari di un'impresa edile.

I militari hanno notato una colonna di fumo su terreni adiacenti alla linea ferroviaria Roma-Firenze e sono intervenuti per un controllo.

All'interno di un terreno privato, tra la linea ferroviaria suddetta e l’autostrada A1, i due stavano bruciando due cumuli di rifiuti, tra i quali porte, assi di legno, bancali di legno ma anche materiale plastico non meglio identificabile, in quanto ormai combusto e sciolto.

Il furgone di proprietà inoltre, parcheggiato lì accanto e carico di rifiuti, è risultato non autorizzato al trasporto di rifiuti. Inoltre sul terreno erano presenti numerosi rifiuti speciali abbandonati, tutti riconducibili ad una attività edile.

Vista la vicinanza di ferroviaria e autostrada, i forestali hanno richiesto l'intervento dei vigili del fuoco, che hanno spinto le fiamme.

Padre e figlio sono stati denunciati per il reato di smaltimento illecito di rifiuti speciali non pericolosi tramite combustione al suolo.

I carabinieri forestali hanno però, come riferiscono gli stessi militari, "ritenuto applicabile la procedura contemplata dal Testo unico sull'ambiente che consente l’estinzione del reato, dietro ottemperanza entro un tempo determinato di prescrizioni, nella fattispecie lo smaltimento dei rifiuti depositati sul terreno, e il pagamento di una sanzione amministrativa di 6.500 euro per ciascun trasgressore".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggello, sorpresi a bruciare rifiuti speciali: denunciati padre e figlio

FirenzeToday è in caricamento