rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca

Regalo speciale per i 100 anni: torna agli Uffizi e a fargli da guida è il direttore Schmidt

Il generale Giorgio Allori, livornese, classe 1922, aveva chiesto un regalo speciale per il raggiungimento del secolo di vita: tornare dopo tanti anni a visitare il suo museo preferito

Giorgio Allori aveva un desiderio per il compimento dei suoi 100 anni: tornare a visitare gli Uffizi, suo museo preferito. Livornese, classe 1922, dopo l’8 settembre 1943, appena uscito dall’Accademia Militare di Modena, non aderisce alla Repubblica fascista di Salò: così viene fatto prigioniero e internato per oltre due anni nei campi di prigionia nazisti. Liberato alla fine della guerra, torna in Italia, avanzando nella carriera militare fino a raggiungere il grado di Generale.

Per tutta la vita coltiva la passione per l’arte. “La devo a mio padre Giulio – racconta Allori – di lavoro era bancario, ma nel tempo libero si dedicava alla pittura. Grazie a lui ho conosciuto gli Uffizi quando non avevo ancora dieci anni, quasi un secolo fa: era un luogo molto diverso da oggi, a visitarlo saremo stati in tutto 50 persone”, sorride.

Durante il Novecento Giorgio è tornato tante volte in Galleria, tuttavia dal 1992, non ha più avuto modo di farlo. Così lo ha chiesto alla famiglia come regalo per i 100 anni: e ad accoglierlo, al suo arrivo, ha trovato il direttore Eike Schmidt, che lo ha accompagnato lungo il percorso. Di fronte alla Nascita di Venere di Botticelli, tra le persone in sala è scattato un applauso per l’eccezionale visitatore, che si è infine concesso un selfie con il direttore nel Terrazzo delle Carte Geografiche, davanti alla splendida veduta in pietre dure del porto di Livorno, sua città natale.

FOTO - Compie 100 anni, per regalo visita agli Uffizi guidato dal direttore Schmidt

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regalo speciale per i 100 anni: torna agli Uffizi e a fargli da guida è il direttore Schmidt

FirenzeToday è in caricamento