rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca Osmannoro / Via Pratese

Aggredisce donne a scopo di rapina: salvate da volontario dell’Associazione Nazionale Carabinieri 

Sul posto le volanti della polizia. Caccia a un nordafricano. Fondamentale l'intervento di un volontario del Nucleo 181 Pegaso

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Sfumato il primo colpo, ha tentato di rifarsi a stretto giro su una seconda vittima. Non aveva però fatto i conti con la caparbietà di un volontario del Nucleo 181 Pegaso dell’Associazione Nazionale Carabinieri che l’ha marcato a uomo fino a farlo desistere. Due episodi avvenuti nel pomeriggio di ieri, intorno alle 15:30, lungo Via Pratese, nel tratto a cavallo tra Peretola e l’Osmannoro. 

Vittime in entrambe i casi cittadine cinesi. La prima è stata assalita da un uomo, descritto come nordafricano tra i 25 e 27 anni, capelli ricci corti, e con indosso pantaloni e scarpe da ginnastica scuri e un golf beige forse intrecciato a mano, che ha afferrato per il collo la donna per poi strapparle la collanina d’oro. Il caso ha voluto che in quel momento stesse transitando in scooter il volontario che, al contrario di altri presenti in strada, ha deciso di intervenire in difesa della vittima che peraltro era stata scaraventata a terra. 

Il 69enne ha cercato di bloccare il malvivente ma questo è fuggito con qualche maglia della collana che nello strappo si era spezzata in più parti: “Correva come una lepre ma non mi sono dato per vinto e, dopo aver aiutato la donna ad alzarsi, ho cominciato a tallonarlo”.  

Sebbene fosse in fuga, il malvivente dopo una cinquantina di metri ha aggredito una seconda donna che stava passeggiando sul marciapiede. “Le si è avventato contro con estrema violenza – racconta il nerista di lungo corso – tanto che mi sono frapposto con il mio scooter per togliergliela dalle mani”. “Non ho mollato, finché l’aggressore non ha desistito definitivamente e si è allontanato tra le via limitrofe”. 
Quindi la chiamata al 112 e l’intervento di due volanti della polizia: “Gli agenti hanno operato in maniera rapida e professionale, confido che lo possano rintracciare”. 

La seconda vittima ha preferito dileguarsi, la prima ha riportato vistose ecchimosi al collo con estese tumefazioni. “Ho sentito l'importanza del nucleo di cui faccio parte grazie al quale ho seguito un apposito corso di formazione tenuto da un commissario della polizia locale. Sono orgoglioso di me”. 

 
 

  
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce donne a scopo di rapina: salvate da volontario dell’Associazione Nazionale Carabinieri 

FirenzeToday è in caricamento