Cronaca

Pestato da tre rapinatori: varie fratture per la vittima, 30 giorni di prognosi

La polizia di Stato ferma 3 uomini ritenuti responsabili dell’episodio

Nei giorni scorsi la squadra mobile ha fermato tre cittadini tunisini, di età compresa tra i 22 e i 32 anni, ritenuti responsabili di una rapina avvenuta giovedì notte in piazza Vittorio Veneto di fronte al Parco delle Cascine. La vittima, un 49enne di origine campana, era stata soccorsa in strada dalla polizia e dal 118 che aveva provveduto ad accompagnarla all’ospedale di Santa Maria Nuova per le cure del caso.

Nella circostanza l’uomo - rapinato di un monopattino, del proprio iPhone e del portafoglio con all’interno 250 euro in contanti - aveva riportato alcune fratture e ferite lacero contuse al volto, a seguito delle quali era uscito dall’ospedale con una prognosi di trenta giorni.

Dopo l’episodio i “falchi” della squadra mobile si sono messi subito sulle tracce dei rapinatori, ricostruendo - tramite le videocamere di sorveglianza cittadina - tutte le fasi della rapina e quelle successive alla stessa.

Tre persone sono state infatti riprese sia durante il pestaggio sia mentre si allontanano insieme dal luogo del delitto.

Al termine di un’intensa attività di ricerca gli agenti della squadra mobile fiorentina hanno rintracciato, il giorno successivo, i cittadini stranieri sempre nella zona delle Cascine.

Sulla base degli indizi di colpevolezza raccolti nei confronti dei tre fermati, la procura della Repubblica di Firenze ha richiesto ed ottenuto dal gip del Tribunale del capoluogo toscano la misura cautelare in carcere.

La rapina a Cesara Buonamici

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pestato da tre rapinatori: varie fratture per la vittima, 30 giorni di prognosi

FirenzeToday è in caricamento