Cronaca

Raffica di borseggi dal 2013: arrestate in Bulgaria e Germania

Rintracciate e fermate grazie a un mandato d’arresto europeo

Immagine di archivio

Due donne di nazionalità bulgara, di 28 e 29 anni, sono state arrestate all'estero grazie alle indagini della squadra della polizia giudiziaria del compartimento polfer Toscana.

Nel 2013 numerosi furti tentati e consumati in danno a turisti asiatici avevano attirato l’attenzione degli agenti polfer che erano poi riusciti ad identificare e denunciare le due donne. Quest'ultime erano solite commettere borseggi ai danni di turisti all’interno di una farmacia nei pressi della stazione di Santa Maria Novella. Il loro modus operandi consisteva nell’accodarsi dietro all’ignaro turista, con una suddivisione di ruoli ben definita tra le due: una eseguiva il furto coprendo la propria azione con cartoncini, mentre la complice cercava di ostacolare il malcapitato facendolo rallentare.

Nel 2018 il tribunale ordinario di Firenze ha determinato, a seguito delle numerose condanne riportate da una dalle due donne, per furti tentati e consumati commessi tra a Milano e a Firenze, un cumulo pena di 4 anni 9 mesi e 28 giorni, mentre per l’altra la reclusione di 3 anni e 6 mesi per furti tentati e consumati commessi a Firenze.
Il 12 ed il 27 maggio 2021 le due donne, a seguito di mandato di arresto europeo, sono state arrestate rispettivamente in Bulgaria e in Germania.

 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffica di borseggi dal 2013: arrestate in Bulgaria e Germania

FirenzeToday è in caricamento