rotate-mobile
Cronaca Pitti / Piazza Santo Spirito

Coronavirus: il quartiere più amato di Firenze diventa un deserto | FOTO - VIDEO

Scenario spettrale a San Frediano: piazze vuote, locali chiusi. E un silenzio surreale

E' ormai considerato da qualche anno il quartiere più "cool" del mondo, dopo il "titolo" assegnato dai viaggiatori di tutto il mondo sulla guida Lonely Planet. Ma la movida notturna, che in queste vie di Firenze pullula, si è dovuta inchinare alle restrizioni per l'emergenza coronavirus.

Non poteva essere diversamente: è serrata anche a San Frediano e Santo Spirito. E il quadro che ne esce è da scenario spettrale: fa impressione vedere le strade e le piazze dove i locali, i bar, i ristoranti nascono come funghi, completamente vuote.

L'appello del "tutti in casa" inizia ad essere applicato e i fiorentini come i turisti si rinchiudono fra le loro mura evitando di rimanere per strada. Anche perché tutti i locali del quartiere sono chiusi. C'è luce solo in qualche attività di ristorazione (prima della serrata decisa ieri sera dal premier Conte), dove dopo la chiusura si rimane per pulire e rimettere a posto.

Già varcando entrando nel quartiere dalla Porta di San Frediano ci si accorge di dirigersi verso il vuoto. Sono le 20 e i locali di Borgo San Frediano e di piazza dei Nerli sono tutti chiusi. Pizzerie, caffè letterari e disco pub trasformati nei luoghi più silenziosi e spenti del mondo.

In Santo Spirito lo stesso panorama: la piazza è deserta, i locali sbarrati. C'è solo la fontana che si muove. Pochissimi pedoni attraversano a passo svelto, una bici parcheggia, una macchina e un motorino arrivano da via Sant'Agostino. Con l'augurio che presto il quartiere, e tutti quanti i luoghi, possano tornare a popolarsi. 

San Frediano: scenario spettrale

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: il quartiere più amato di Firenze diventa un deserto | FOTO - VIDEO

FirenzeToday è in caricamento