Cronaca

Centro storico, ripulitura per 3.800 cartelli e oggetti stradali: 6 mesi di interventi per 170mila euro

L'iniziativa è curata da Global Service

Ne hanno censiti circa 3.800 nel centro storico, da ripristinare o riqualificare. Non solo cartelli ma anche specchi parabolici, delineatori di ostacolo, targhe in marmo, qualsiasi tipo di elemento di segnaletica verticale così come i loro supporti, e poi parapedonali e dissuasori di sosta come paletti, paletti, danneggiati, imbrattati o coperti da adesivi o scritte che ne impediscono una corretta visuale.

Parte quindi a cura del Global Service un progetto di restyling "per migliorare il decoro della città ma anche favorire la sicurezza stradale, evitando ogni forma di ‘inquinamento visivo’ per chi percorre le strade".

Il piano, che ha preso il via già lo scorso 30 agosto con 177 interventi realizzati al 26 settembre, andrà avanti per circa sei mesi con un investimento di circa 170 mila euro. Lo hanno presentato ieri la vicesindaca Alessia Bettini e l’assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti, assieme a Claudio Nardecchia, amministratore delegato AVR.

Il progetto riguarda la zona del Centro Storico, in particolare la zona ‘di qua d’Arno’ fino a viali. Ha previsto una prima fase di analisi e monitoraggio condotta da tecnici AVR che per oltre tre settimane a piedi, con l'ausilio di un tablet, hanno registrato le anomalie presenti nelle diverse categorie e associato il tipo di lavorazione con cui procedere: pulizia, sostituzione o ripristino per supporti, segnaletica verticale e targhe, pulizia, riverniciatura, sostituzione o ripristino per parapedonali e dissuasori di sosta. Per ogni oggetto monitorato è stata compilata una scheda riepilogativa indicante stato di conservazione, stato di funzionalità, oltre a foto e indicazioni di ubicazione.

Sono 3.787 in totale gli elementi in cui sono state riscontrate criticità su cui intervenire. Tra questi 1.438 cartelli stradali con anomalie, quindi danneggiati, coperti (da adesivi, scritte spray, imbrattature di qualsiasi genere) o sbiaditi, di cui 1.068 da sostituire o ripristinare e 370 da pulire da scritte o adesivi. I supporti danneggiati sono 1.084, di cui 1.021 da pulire da adesivi e scritte e 63 da sostituire o ripristinare. Sono stati censiti anche elementi come specchi parabolici, targhe in marmo e delineatori speciali di ostacolo: 314 sono emersi con anomalie di cui 232 sono risultati da pulire e 82 da sostituire o ripristinare. Infine, relativamente a parapedonali e dissuasori di sosta, 951 sono quelli con anomalie, di cui 680 da riverniciare, 253 da sostituire o ripristinare e 18 da pulire.

Il progetto è partito il 30 agosto scorso e al 26 settembre 2021 sono stati eseguiti 177 interventi, nello specifico 59 cartelli sostituiti, 57 cartelli puliti, 1 targa sostituita, 1 specchio sostituito, 2 supporti sostituiti, 56 supporti puliti, 1 dissuasore sostituito.

"E' un'operazione di micropulizia che fa parte di quelle azioni di buona manutenzione su cui crediamo molto. Voglio fare però un appello, soprattutto alle giovani generazioni, a rispettare gli spazi urbani condivisi", commenta Bettini. "E' un progetto di grande rilievo all'interno del lavoro complessivo del Global Service", aggiunge Giorgetti. "Miglioreranno decoro e della sicurezza percepita dai cittadini", conclude Nardecchia.

L'attività di Global service

Quanto al resoconto dell’attività Global Service dall’inizio dell’anno, "sono oltre 9300, per la precisione 9322, gli interventi gestiti tra gennaio e settembre del 2021. Di questi, in maggioranza, 3.515, riguardano la pavimentazione (2.860 pavimentazione carreggiata, 641 pavimentazione marciapiedi, 14 pavimentazione piste ciclabili), 3.528 la segnaletica (di cui 1.305 orizzontale e 2.223 verticale), 458 arredo urbano, dispositivi ritenuta, dissuasori, 1.067 sicurezza e decoro urbano, 403 tombini, griglie e caditoie, 92 rastrelliere. Sono 76.583 i metri quadrati di pavimentazioni stradali riqualificate e 14.508 quelli di segnaletica orizzontale eseguita. Sono 3.492 i posti auto e 1.730 i posti moto tracciati con la segnaletica. Le segnalazioni provengono in particolare dalla Polizia Municipale, 3.838, dai tecnici AVR, 2.922, e dal sistema GeTiCo in cui confluiscono le segnalazioni dei cittadini al Contact Center, agli sportelli URP dei quartieri e all’app +Firenze, 1589", si legge in una nota diffusa da Palazzo Vecchio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro storico, ripulitura per 3.800 cartelli e oggetti stradali: 6 mesi di interventi per 170mila euro

FirenzeToday è in caricamento