rotate-mobile
Cronaca

Vaccini, genitori in piazza contro l'obbligo per l'asilo: “No a discriminazioni” / FOTO

La protesta contro il disegno di legge regionale: "L'obbligo non serve, la libertà di scelta è inviolabile"

No all'obbligo dei vaccini per far accedere i bambini ad asili nido e scuole materne, come previsto dal disegno di legge regionale firmato dall'assessore alla salute Stefania Saccardi (Pd).

Per protestare contro la legge sono scesi in piazza questa mattina un centinaio di genitori, nel giorno in cui circa 70 di loro saranno sentiti nella maratona d'ascolto della commissione regionale della sanità che discute il provvedimento.

'Sì alla libertà di scelta, sì a maggiore informazione, sì a trasparenza e ricerca sulle reazioni avverse, no all'obbligo, no alle discriminazioni', recita un cartello che spiega i motivi della protesta, tra i palloncini colorati in piazza San Lorenzo.

“Non sono solo quattro medici a dire che i vaccini in età precoce possono creare problemi, lo affermano anche autorevoli studi. L'obbligo sancisce la fine del dialogo con i cittadini. Per la tutela dei miei figli voglio mantenere la libertà di scelta”, spiega Alessandra Ghisla, presidente del Comitato per la libertà di scelta vaccinale.

“Con questa legge i bambini non vaccinati saranno ghettizzati e discriminati. L'obbligo è anche inutile, perché nelle scuole accedono comunque adulti e personale non vaccinato”, prosegue Ghisla, sottolineando come “manchino i controlli sulle percentuali di bambini che dopo i vaccini risultino effettivamente immunizzati”.

La presidente del comitato, che chiede “calendari vaccinali personalizzati”, ha scelto di non vaccinare i suoi figli, di 1 e 4 anni. Ma sulla contrarietà tout court verso i vaccini le posizioni non sono tutte uguali. Ci sono genitori che hanno scelto di vaccinare i figli e che, anche appellandosi alla “libertà di scelta prevista in Costituzione”, sono contrari solo all'obbligo, e altri invece che di vaccini non ne vogliono proprio sapere.

Tra le richieste condivise, quella di “una migliore campagna di informazione sui vaccini, che dia conto anche dei possibili effetti negativi”. L'assessore Saccardi difende il proprio disegno di legge, presentato dopo il calo dei bambini vaccinati registrato negli ultimi anni (in alcuni casi la percentuale dei bambini vaccinati è scesa sotto la 'soglia' del 95%, sotto la quale per le istituzioni sanitarie si rischia il diffondersi di nuovi casi di malattie considerate scomparse).

Il presidente della commissione salute, Stefano Scaramelli (Pd), si è detto possibilista a eventuali modifiche ed emendamenti. Contrari ad una legge che introduce l'obbligo dei vaccini, ma non ai vaccini in quanto tali, anche Movimento 5 Stelle e Sì Toscana a Sinistra. “Ad ogni modo - conclude la presidente del comitato - non cederemo al ricatto e proseguiremo nella lotta per la libertà di scelta e per far valere i nostri diritti”.

FOTO - Vaccini, genitori in piazza contro l'obbligo per asili e materne

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, genitori in piazza contro l'obbligo per l'asilo: “No a discriminazioni” / FOTO

FirenzeToday è in caricamento