Nuova protesta degli Ncc lungo la FiPiLi: veicoli in corteo a passo d'uomo

Previsti disagi e rallentamenti

Non si ferma la protesta degli Ncc toscani e stamattina è in programma una nuova manifestazione. Alle 10,30 partiranno due cortei: il primo da Firenze (check point Firenze nord) e il secondo da Vicarello (distributore Esso prima dell’uscita), ed entrambi percorreranno la Fi-Pi-Li per riunirsi a San Miniato, e poi tornare indietro. Previsti disagi alla normale viabilità e rallentamenti. 

Per oggi è prevista un'adesione di circa 300 veicoli di tutte le sigle sindacali che per circa due ore sfileranno per protestare contro le nuove norme introdotte dal governo 5 Stelle - Lega, in particolare quelle che prevedono il rientro obbligatorio in garage dopo ogni corsa, che per gli Ncc rappresenta un grosso ostacolo. “E’ l’ennesimo dietrofront dei 5Stelle che non mantengono le promesse fatte in campagna elettorale. Questa volta le spalle sono state voltate agli Ncc. In questo settore lavorano 80mila aziende e sono impiegate 200mila persone, che ogni anno vanno avanti con una proroga alla legge del 2009 - ha dichiarato il consigliere regionale Paolo Marcheschi alla luce delle manifestazioni di protesta degli operatori del Noleggio con Conducente a Roma,  Firenze e sulla Fi-Pi-Li - Il problema va risolto con una legge chiara che non alteri i rapporti con i tassisti ma che regolamenti il settore. Gli strappi metterebbero a rischio migliaia di posti di lavoro"
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Firenze usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: Giani preme per anticipare il ritorno in zona arancione (e gialla)

  • Natale: 6 libri ambientati a Firenze da mettere sotto l'albero

  • Coronavirus, Giani: "Toscana arancione da domenica"

  • Toscana zona arancione: cosa cambia da domenica 6 dicembre

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 3 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Ex Panificio Militare: i lavori per la nuova Esselunga slittano ancora

Torna su
FirenzeToday è in caricamento